Saturday, Sep. 21, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 16 Giu 2012

|

 

WSOP 2012 – Dario Alioto 11° nel chipcount al Day2 dell’evento #20

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

WSOP 2012 – Dario Alioto 11° nel chipcount al Day2 dell’evento #20

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Oggi Dario Alioto ha giocato e superato con successo il Day1 dell’evento #20: 2-7 Draw Lowball No Limit, dove il buy-in da 1.500$ ha attirato 285 partecipanti, fra cui anche non esperti del gioco: “C’erano tanti giocatori casual”, dice il capitano di Sisal Poker, che ha chiuso la giornata in undicesima posizione nel chipcount sui 66 player rimasti in partita, di cui 35 andranno a premio.

BEL FIELD – “Tavolo inizialmente molto facile” dice Dario, “C’erano tre fish che hanno trovato presto l’eliminazione, i giocatori che li hanno rimpiazzati non erano altrettanto facili, ma neanche buoni giocatori”. L’unico giocatore che “dava fastidio” a Dario era John Monnette, “Era alla mia sinistra, però è stato eliminato poco prima della pausa”. In molti trovano questo torneo divertente, il gioco sembra abbastanza semplice e schematico da attirare molti partecipanti, “E questa è una buona cosa perché porta tanta deadmoney”.

SI PARTE BENE – “Ho avuto un po’ di carte e fatto chip all’inizio”, così Dario Alioto scala il chipcount per poi arrestare la sua ascesa, quando per un’ora e mezza è card dead, costretto a giocare “Un paio di all-in da short”, per poi riassestarsi sui 40 bui che “In un gioco dove ci sono solo due betting round ti consentono di giocare tranquillamente”.

IL RUSH – Alioto comincia a macinare tantissime chip, dice “Ho avuto un rush, poi anche verso la fine ho visto le giuste carte e sono riuscito ad imporre il mio gioco e a mettere in difficoltà il tavolo”. Il capitano di Sisal Poker è confident col tavolo, macina chip anche uncontested, finchè a 66 left si imbustano le chip: “Ho 29.000 su una media di 19.000, se rimango con questo stack in zona bolla, con 35 giocatori, non avrò problemi”.

DOMANI – “Speriamo di avere un buon seat-draw”, questo il pensiero di Dario che spera di non incappare in un tavolo di top-player, visto che “Sicuramente saranno ancora presenti giocatori che non sono da temere”. Un torneo tendenzialmente positivo visti i pochi partecipanti, solo 285, che ha visto 66 sopravvissuti: “Siamo in pochi al day2, c’è una possibilità di fare FT o di vincere il braccialetto più alta rispetto agli altri tornei, e questo fattore compensa il montepremi basso”. Infatti, al primo classificato andranno “solo” 100.000 $.

ALTRI IMPEGNI – Anche i compagni di Dario saranno impegnati nella giornata di domani, quando si giocherà il Day1 dell’evento #31: un 1.500$ No Limit Hold’Em. A partecipare saranno sicuramente Cristiano Guerra, Marco Fantini e Niccolò Caramatti. Nel mentre, Dario farà il possibile per arrivare in fondo al suo torneo.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari