Tuesday, Nov. 12, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 24 Giu 2012

|

 

WSOP 2012 – “E’ il mio primo ITM ma poteva andare meglio” – Rocco Palumbo out dal 3K No Limit

WSOP 2012 – “E’ il mio primo ITM ma poteva andare meglio” – Rocco Palumbo out dal 3K No Limit

Area

Vuoi approfondire?

Incontriamo Rocco nei corridoi del Rio.
Per lui è un periodo positivo nel live dove ha inanellato una serie di successi di enorme prestigio, non ultimo, qualche giorno fa, la vittoria al Daily Deep Stack del Rio per un 30mila dollari.
Anche oggi ci sarebbe un motivo per festeggiare visto che insieme a Carlo Savinelli è l’unico italiano in the money, uscito all’81° posto per 8.790 dollari.

Peccato, peccato e ancora peccato. Perché quel colpo avrebbe cambiato il mio torneo. Il mio avversario non era certo un fenomeno ma quel colpo era un colpo obbligato quando abbiamo 30 big blind a testa: lui ha AQ, io ho AK e naturalmente scende una Q sul board.
Qualche mano dopo finisco ai resti con combo draw e trovo un AA di uno short che tiene, e poi rimango con due grandi bui gettati a caso.
Capisci che nonostante la felicità poteva essere un torneo diverso?

Il pro di Winga fatica a darsi pace anche perché ha condotto un torneo perfetto puntando i molti amatori al tavoli e schivando i pezzi grossi come Sam Trickett e JP Kelly che sono capitati al suo tavolo.

Trickett era stranamente solido, quasi chiuso direi. Solo che non ha sbagliato nulla: ecco il vantaggio di questi superpro è che su field del genere non commettono mai errori. Su Jp Kelly non ho opinioni visto che ormai ero short e sono uscito qualche mano dopo il suo arrivo.

RoccoGe si sofferma su una qualità del field che a suo dire ha lasciato molto a desiderare con una quantità di amatori decisamente sopra le sue aspettative: “i giocatori che ho incontrato non spewano mai, sono sempre molto passivi e giocano costantemente face up. E’ anche alla luce di questo che il rammarico è maggiore….perché se mi regge quel colpo, il torneo prende tutta un’altra piega”.

Rocco Palumbo lo rivedremo al 2.500 di lunedì, e più o meno a tutti i tornei dei no limit da qui alla fine delle WSOP.

Rocco c’è un motivo per cui gli italiani quest’anno non arrivano?
Ma no, non è vero, Alex (Longobardi n.d.r.) ha appena fatto final, e poi siamo stati abituati troppo bene gli altri anni dove eravamo una ventina e abbiamo fatto risultati assurdi.
Se pensi alla varianza del live, poi fare anche 100k di questi tornei senza mai un in the money

E detto da RoccoGe….c’è poco da credergli, visti gli ultimi risultati 😉

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari