WSOP – Impresa di Tuan Le: di nuovo campione del deuce to seven championship! Al ‘The Colossus’ domina Prasetyo | Italiapokerclub

Saturday, Apr. 4, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 3 Giu 2015

|

 

WSOP – Impresa di Tuan Le: di nuovo campione del deuce to seven championship! Al ‘The Colossus’ domina Prasetyo

Area

Vuoi approfondire?

LAS VEGAS – Giornata infuocata alle World Series of Poker, impreziosita dal tavolo finale del 10.000$ limit 2-7 triple draw lowball championship e dalla corsa alla finale dell’evento live dell’anno, il ‘The Colossus’, torneo che ha attirato oltre 22.000 player ai tavoli.

Evento #7 10.000$ limit 2-7 triple draw lowball championship (iscritti 109 – montepremi 1.024.600$)

Ha compiuto una vera e propria impresa il 37enne californiano Tuan Le, che è riuscito con successo a difendere il titolo conquistato lo scorso anno. Cosa più unica che rara.

In heads up ha avuto la meglio sul connazionale Max Casal (199.438$), mentre sul terzo gradino del podio è finito l’austriaco Ismael Bojang, che si è dovuto accontentare di 130.851 dollari.

Non è riuscito ad andare oltre il quarto posto Phil Galfond. Per il professionista di New York un premio di 89.939 dollari.

Ha chiuso al settimo posto il sei volte campione SCOOP Calvin Anderson (35.389$), mentre all’ottavo posto si è arreso il francese Bruno Fitoussi (35.389$).

Questo, dunque, il payout dei primi dieci:

2

Evento #5 565$ ‘The Colossus’ no limit hold’em (iscritti 22.374 – montepremi 11.187.000$)

I magnifici nove. Dopo giorni di vera e propria battaglia, si è giunti alla composizione ufficiale del final table dell’evento che rimarrà nella storia del poker live.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Tutti i finalisti hanno garantito un premio di almeno 67.681$, ma il braccialetto da 638.880$ è qualcosa impossibile da non sognare.

Partirà da chipleader, e con un grande vantaggio sugli ‘inseguitori’, il giocatore del Massachussets Aditya Prasetyo, che ha accumulato uno stack di 39.300.000 chips.

Dietro di lui il belga Kenny Hallaert con ‘appena’ 18.575.000 gettoni e al terzo posto troviamo l’altro statunitense Bradley Mcfarland con 14.250.000.

Doloroso il modo in cui si è raggiunta la finale, specialmente per il nerboruto Bradley Burns. Quest’ultimo, con A K, si è scontrato preflop con Prasetyo, che ha girato A K. Incredibilmente Burns si è trovato drawing dead già al flop, dato che il suo avversario ha floppato un pazzesco colore.

burns

Bradley Burns

Per lui tanto rammarico, addolcito da un premio di 55.968$.

Questo, dunque, il chipcount del final table:

3

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari