Saturday, Mar. 23, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 11 Dic 2018

|

 

Super High Roller EPT – Quando 50.000€ volano via in un battito di ciglia!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Super High Roller EPT – Quando 50.000€ volano via in un battito di ciglia!

Area

Vuoi approfondire?

L’attesissimo festival natalizio dell’EPT di Praga è ufficialmente entrato nel vivo.

Il National, che vede dentro a 14 left il nostro Walter ‘Cesarino’ Treccarichi, ha aperto le danze, ma nella giornata di ieri è partito anche il primo dei Super High Roller previsti in questa edizione.

Al torneo da 50.000€ di buy-in ora si segnalano 40 ingressi: alcuni di questi hanno scelto di iscriversi direttamente per il day2 odierno. E per alcuni di loro non si è trattata di una scelta così azzeccata…

La sortita di Benjamin Pollak, ad esempio, è durata appena 24 minuti!

Dopo aver aperto preflop con JJ e chiamato la tribet di Lucas Reeves, il transalpino check/callava su flop 2K7 e, in seguito al check/check turn sul 2, check/chiamava dopo un tank di 2 minuti l’overbet all-in river del suo avversario sul 10.

Reeves mostra KQ e Pollak è player out. A conti fatti il buon Benjamin ha speso circa 2.080€ per ogni minuto di permanenza al tavolo…

Non è andata tanto meglio al portoghese Joao Vieira che nel livello seguente, il secondo di giornata, abbandonava ogni velleità di vittoria per mano di Sam Greenwood. Su board 6310 10 J Vieira (in position!) decide di puntare 87.000 chips in un pot da circa 130.000 gettoni. Greenwood lo mette all-in per 30.000 chips extra e Joao call/mucka con A10 alla vista del flush (Q6) dell’avversario.

Il suo pay per minute è di circa 695€!

Ultimo a maledire la scelta di late reggarsi è il britannico Scott Margereson, senza ombra di dubbio il più sfortunato del lotto: Margereson broka infatti con bottom set su 68K. Il K al turn sembra garantirgli un comodo triple up, visto che Christopher Soyza è già drawing dead con 10J mentre il turco Orpen Kisacikoglu ha solamente 4 outs con AA.

But the river is… A!

Margereson è rimasto al tavolo esattamente 77 minuti e ha dunque speso ben 650€ al minuto per giocarsi le proprie chances…!

Tra i player che hanno tentato la fortuna al Day2, ancora in corsa Patrik Antonius, Rui Ferreira, Pavel Plesuv, Jan Scwippert e Charlie Carrell: sarà uno di loro a spuntarla?

 

Photo Credits: Neil Stoddart for Pokernews

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari