Thursday, Nov. 21, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 20 Ott 2019

|

 

WSOPE 2019 – Giammugnani e Sammartino si arrendono sul più bello! Tanta Italia nello Short Deck

WSOPE 2019 – Giammugnani e Sammartino si arrendono sul più bello! Tanta Italia nello Short Deck

Area

Vuoi approfondire?

Proseguono le WSOP Europe di Rozvadov e l’Italia del poker continua a regalare risultati nella location ceca.

Ieri, infatti, il nostro tricolore ha sventolato in particolare nell’evento n° 6 del programma: uno Short Deck High Roller che ha contato quattro azzurri ITM in mezzo a mostri sacri come Negreanu o Ivey. E il migliore dei nostri è stato niente meno che Dario Sammartino, il vice-campione del mondo.

Nel frattempo l’americano Shaun Deeb fa la voce grossa e passa in testa alla classifica del Player of the Year grazie a un 13esimo posto. Ecco i dettagli:

 

Event #3: €1,350 Mini Main Event NL Hold’em

Sono rimasti solo sette giocatori in gioco nel MINI Main Event dove il field iniziale contava 766 entries. Merito (o colpa) di un Day 2 dominato da Shahar Levi: l’israeliano ha chiuso la giornata con oltre 30 milioni di chips ed è il favorito nella corsa verso una prima moneta da 167mila euro.

Purtroppo proprio in una delle mani vinte da Levi abbiamo perso il nostro Gerardo Giammugnani in nona posizione! Ricostruiamo l’action a bui 100-200k. Levi apre a 500.000 da HJ, l’azzurro pusha 2.195.000 da BTN, Bak chiama. Levi 4-betta a 10.500.000 e Bak folda. Allo showdown Levi gira 44 contro A2 di Giammugnani. Il board 4-9-10-4-10 premia decisamente la coppietta avversaria… L’italiano si accontenta di 11.850 euro di premio. GG a lui. Ecco il count aggiornato:

 

Seat 1 – Jose Rivas, Venezuela – 7,060,000 (29 bb)
Seat 3 – Vangelis Kaimakamis, Greece – 6,270,000 (26 bb)
Seat 4 – Andrew Bak, United Kingdom – 13,650,000 (57 bb)
Seat 6 – Luigi Macaluso, France – 5,230,000 (22 bb)
Seat 7 – Didier Rabl, Switzerland – 11,240,000 (47 bb)
Seat 8 – Markus Jordan, Germany – 3,525,000 (15 bb)
Seat 9 – Shahar Levi, Israel – 30,035,000 (125 bb)

 

Event #6: €25,500 Short Deck High Roller NL Hold’em

Anche in questo evento si è consumato un Day 2 dove l’Italia è stata protagonista. Merito soprattutto del nostro grandioso Dario Sammartino! Il partenopeo, amante della variante Short Deck, è stato l’ultimo eliminato di giornata. Preflop ha pushato 3.500.000 con JJ trovando il call di Besim Hot con AA. Il board K-Q-7-9-8 non ha ammesso scoppi. Sammartino ha chiuso ottavo meritandosi 88.128 euro di premio. VGG.

Ma Dario non è stato affatto l’unico italiano premiato in questo High Roller! Nell’elenco troviamo Antonio Smeraglia 17°, Loris Fidanzia 11° e Massimiliano Zanasi 10°.

Complimentissimi a loro che si sono fatti valere in mezzo a un field pauroso. Vi basti sapere che hanno piazzato la bandierina pure Daniel Negreanu (16°), Leon Tsoukernik (14°) e Phil Ivey (9°). In piena bolla (18°) è uscito invece Yake Wu. Ecco dunque chi resta in gara per 740mila euro di prima moneta:

 

Seat 1 – Jonathan Depa, United States – 12,925,000 (86 bb)
Seat 2 – Siamak Tooran, Germany – 20,925,000 (140 bb)
Seat 3 – Orpen Kisacikoglu, Turkey – 22,925,000 (153 bb)
Seat 4 – Netanel Amedi, Israel – 22,300,000 (149 bb)
Seat 5 – Rob Yong, United Kingdom – 3,700,000 (25 bb)
Seat 6 – Thai Ha, United States – 6,275,000 (42 bb)
Seat 7 – Besim Hot, Switzerland – 21,600,000 (144 bb)

 

Event #7: €1,100 Turbo Bounty Hunter NL Hold’em

Chiudiamo con il Turbo Bounty Hunter dove il ceco Tomas Fara ha completato una rimonta clamorosa, vincendo il braccialetto dopo aver avuto solo un buio a un certo punto del torneo. Nell’ultimissimo spot Fara l’ha spuntata con K-Q su 8-10 di Muratovic in uno showdown preflop. Board J-J-2-5-3 e sipario al King’s.

Da sottolineare poi il 13esimo posto di Shaun Deeb che è balzato in testa alla classifica annuale del POY. C’è anche Negreanu in corsa per il titolo di miglior player dell’anno delle WSOP.

 

1° – Tomas Fara, Czech Republic
2° – Nisad Muratovic, Bosnia and Herzegovina
3° – Manig Loeser, Germany
4° – David Elyashar, Israel
5° – Anson Tsang, Hong Kong
6° – Arturs Scerbaks, Latvia
7° – Phil Hui, United States
8° – Julian Selinger, Germany
9° – Giorgiy Skhulukhiya, Russia

 

Deeb vuole essere il POY (le foto sono di PokerNews)

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari