Rifiuta il deal da chipleader ed esce terzo: Andrea Shehadeh e la mazziata ceca | Italiapokerclub

Thursday, Apr. 2, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 18 Dic 2019

|

 

Rifiuta il deal da chipleader ed esce terzo: Andrea Shehadeh e la mazziata ceca

Rifiuta il deal da chipleader ed esce terzo: Andrea Shehadeh e la mazziata ceca

Area

Vuoi approfondire?

Gli mancava un tanto così per portarsi la Picca a casa e chiudere la trasferta in Repubblica Ceca con il botto.

Eppure, dopo un torneo dominato in lungo e in largo, la fortuna gli volta le spalle nel momento decisivo, quasi volesse bacchettarlo per non aver accettato il deal per ICM da chipleader.

Andrea Shehadeh, che su cinque tornei giocati qui a Praga si è concesso il lusso di fare 2 tavoli finali e un qualcosa di molto simile a una bolla final table al Main, chiude terzo al NLH da 2.200€ incassando altri 27mila euro.

Il trofeo va a Giorgiy Skhulukhiya, che trova subito un accordo con Paul Tedeschi dopo l’eliminazione di Andrea: circa 50mila a testa e tutti contenti. Tranne uno…

 

Il racconto del torneo

Due giorni di battaglia per circa 250mila euro di prizepool, questo almeno quanto previsto dalla direzione gara. Che poi Andrea preferisca accorciare il tempo da spendere al tavolo, questo è un altro discorso:

Volete che vi racconti il mio torneo? Beh, sono arrivato a un quarto d’ora dalla fine della tardiva, con 50K di stack a T1200. Alla prima mano apre un tizio a 2.800, io flatto da BB A-Jo, casca J-9-2, lui fa 2.000 io faccio 6.6K, gioca. Turn casca un 3, io metto 13 lui va all-in, snappo e gliele giro per primo: lui ha 10-8 off. Insomma, alla seconda mano salgo a 115mila e c’è la pausa…

Diciamo che ho fatto un buon torneo, ho chiuso bene i punti, ho runnato bene, ho chiamato quando c’era da chiamare e passato in situazioni dove era meglio stare calmi. A 10 dai premi i redraw erano durissimi, ho cominciato a mettere all-in e aprire 3.5/4.5 x contro Isildur, contro tutti questi belli duri.”

No deal? Si gioca

Quando i tre discutono un accordo Andrea ha circa 26 big blind, contro i 20 e rotti di Skhulukhiya e la decina del francese Paul Tedeschi. I numeri però non soddisfano Shehadeh e si decide di continuare:

In quel momento l’accordo favoriva troppo lo short stack e avremmo preso tutti più o meno la stessa cifra nonostante avessi quasi la metà delle chip in gioco...E infatti sono stato giustiziato!” 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Tedeschi da 18 left in poi non ne ha azzeccata una di strada. Nella prima mano dove raddoppia su di me shovo J-3o da SB e chiama con 10-9s dopo aver tankato un bel po’ per 9.5BB effettivi.

Qualche mano dopo siamo di nuovo ai resti: K-7 vs K-T, il colpo regge ed eccomi qua…Il russo? Ce l’avevo al Day3 al Main, era bello aggro, di quelli che ti guardano a sfida e fumano 5 sigarette in fila alla pausa…”

 

La miglior trasferta (a Praga)

Lamentarsi dopo aver sfiorato il final table al Main Event e averne centrati due mi pare eccessivo. Certo che non fa piacere fare terzo dopo aver rifiutato 45K di deal da chipleader, ma va bene lo stesso.

Poi volevo vincere la Picca, così come gli altri. Per 50 e il trofeo avrei snappato, ma non mi è parso fossero troppo d’accordo…

E comunque è la prima volta che riesco a far ‘più’ a Praga! In genere arrivo qua, faccio ITM al National da 1.100 e poi subito meno trenta. Stavolta è successo il contrario, anzi il National non l’ho proprio giocato. Certo, avrei potuto superare il milione di vincite in carriera, ma sarà per un’alta volta.”

Se vi siete persi il racconto del Main Event di Shehadihno CLICCATE QUI 

 

Photo Credits: Stefano Atzei

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari