Wednesday, Nov. 22, 2017

Poker Online

Scritto da:

|

il 8 Nov 2017

|

 

Adrian Mateos mette in guardia sui reg spagnoli: “Poco conosciuti ma alcuni sono fortissimi!”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Adrian Mateos mette in guardia sui reg spagnoli: “Poco conosciuti ma alcuni sono fortissimi!”

Area

Vuoi approfondire?

Ha effettuato ben quattro re-entry in quel di Rozvadov al Big One for One Drop da 111.111€ di iscrizione.

Nonostante i suoi colpi siano andati a vuoto Adrian Mateos, fresco della sponsorizzazione ricevuta da Winamax assieme al nostro Mustapha Kanit, trova comunque il modo di guardare avanti con fiducia.

In fondo per uno come lui, abituato da qualche anno a giocare tornei con cifre da capogiro, si tratta semplicemente di una trasferta chiusa col segno meno a fronte di tante altre ben più profittevoli.

In questi giorni abbiamo provato a contattarlo per parlare della sponsorship e della situazione in vista della liquidità condivisa. Ecco cosa ci ha risposto il noto pro spagnolo…

IPC: Adrian, non sei uno molto avvezzo ai social, ma da patchato dovrai fare uno sforzo in più anche da questo punto di vista…

AM: Non sono affatto preoccupato, è un ottimo deal sia per me che per Winamax, cercherò di dare il mio contributo per quanto possibile. Stiamo parlando già di uno dei siti top che con l’avvento della liquidità condivisa potrebbe diventare il migliore in assoluto.

IPC: Cosa ti aspetti dal field che si creerà con la nuova liquidità condivisa?

Mi aspetto che siano tutti abbastanza preparati. Spero che in un paio di mesi vada in porto ma al momento, dato che i governi sono lenti, non esiste ancora la certezza al 100% che tutto si risolva entro i prossimi mesi. Il mio auspicio è che già nei primi mesi del 2018 la liquidità condivisa possa diventare una realtà.”

Pensi che la media spagnola sia superiore a quella italiana?

Non ho grandi informazioni sugli italiani, consoco alcuni top pro che sono molto bravi, ma non so se la media dei recreational sia superiore o inferiore a quella spagnola.

Chi sono i reg più temibili dei quattro paesi coinvolti nel progetto?

Gli spagnoli probabilmente non sono molto famosi perché la maggior parte di loro sono giocatori di cash game online, quindi non hanno una grande esposizione mediatica, ma tanti reg, anche MTT, sono di altissimo livello. Sugli altri non riuscirei ad esprimere una opinione.”

C’è qualche nome che dovremmo segnarci per il futuro?

In Spagna ci sono 4/5 giocatori che sono davvero al top, come ‘EducaPoker’ per citarne uno, e un altro centianio ai mid stake che stanno facendo molto bene. La comunità spagnola è molto viva e sta crescendo a vista d’occhio.

 

Secondo voi quali saranno i giocatori più ostici per gli italiani? Scrivetecelo sulla nostra Fanpage Facebook!



banner-calendario-tornei

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari