Saturday, Apr. 29, 2017

Poker Live

Scritto da:

|

il 17 Mar 2017

|

con Like

Negreanu torna ad analizzare dopo 11 anni una mano da 575.700$ persa contro Hansen!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Negreanu torna ad analizzare dopo 11 anni una mano da 575.700$ persa contro Hansen!

Area

Vuoi approfondire?

Oggi torniamo indietro nel tempo fino al 2006, grazie a un video di Daniel Negreanu.

Il player più vincente della storia degli mtt live ha infatti deciso di inaugurare un nuovo e curioso appuntamento su YouTube, intitolato Throwback Thursday.

In cosa consiste? Ce lo spiega lo stesso Negreanu: “In questo spazio ripescherò dei vecchi video tecnici, per capire se certi ragionamenti sono ancora validi e come è cambiato il gioco negli anni“.

La prima puntata di questa rubrica ha come protagonista un famosissimo e dolorosissimo cooler, perso proprio da Negreanu davanti alle telecamere della trasmissione High Stakes Poker.

Si giocava nella seconda stagione al Palms di Las Vegas e l’avversario era Gus Hansen, in un tavolo ovviamente d’élite.

Negreanu ripropone dunque un vecchio filmato di analisi tecnica nel quale lui stesso, abbastanza diverso rispetto ad oggi, esordisce così: “Spero di parlare per l’ultima volta di questa mano“.

Il Negreanu di oggi si scusa: “Mi dispiace per i capelli. Semplicemente pettinavo in avanti quel poco che avevo. Inoltre mi scuso per l’atteggiamento.

Forse quel giorno ero un po’ depresso o probabilmente ero seccato perché tutti mi chiedevano di quella mano nelle interviste“.

Arriviamo al racconto della colpo da parte del Negreanu del passato: “I bui sono 300/600$. Hansen rilancia da early a 2.100$k con 55 e io 3betto a 5.000$ con 66“.

Il Negreanu del presente commenta: “Non lo rifarei. È un rilancio troppo piccolo, praticamente rappresenta degli assi. È meglio fare solo call. Si può perfino foldare in un tavolo molto aggressivo“.

Torniamo nel passato: “Il resto del tavolo folda, compreso Esfandiari da grande buio con A-Q. Il flop è 965. Hansen checka, io punto 8.000$ e Hansen rilancia a 26.000$. Siamo i due big stack del tavolo. Chiamo.

Turn 5. Hansen punta 24.000$. Ci penso a lungo per rappresentare i kappa o gli assi. Penso che tutti mi facciano una mano del genere. Chiamo“.

Al river scende l’8. Hansen checka. Negreanu punta 65.000$ e Hansen va all-in per 232.000$. Negreanu chiede il count, ci pensa molto e infine chiama.

Ecco l’analisi del Negreanu del passato: “Hansen qui ha massimizzato per le ragioni sbagliate. Poi ne ho parlato con lui.

Ha pensato che fossi più disposto a puntare al river con monster hand in mano piuttosto che a chiamare una sua puntata.

Se avesse puntato invece avrei chiamato. Ma non avrei rilanciato“. Su questa ultima affermazione il Negreanu del presente non è d’accordo:

Se hai full al river nel 2017 in un colpo dove hai nascosto il valore della tua mano, probabilmente devi pushare per estrarre valore“.

Su una cosa però il Negreanu del presente è d’accordo con quello del passato: “Il check al river di Hansen è terribile. A che serve? A indurre un bluf? Non punterei neanche oggi con kappa o assi”.

 

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari