Tuesday, Jul. 16, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 23 Mar 2017

|

 

Negreanu sfida Ingram a PLO: “Giochiamo fino alla morte e doniamo il 50% in beneficenza”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Negreanu sfida Ingram a PLO: “Giochiamo fino alla morte e doniamo il 50% in beneficenza”

Area

Vuoi approfondire?

Sarà un vero flame o solo uno scherzo?

In questi giorni ha fatto molto rumore uno scambio di battute su Twitter tra Daniel Negreanu e il collega youtuber Joe Ingram.

I due hanno recentemente vinto insieme il premio della GPI dedicato al miglior podcast dell’anno e anche in passato Negreanu è stato ospite del canale YouTube di Ingram.

Adesso però il loro rapporto è stato messo in discussione per colpa di una arcinota variante del poker: il Pot Limit Omaha.

Ingram ha analizzato per i suoi follower diverse mani di PLO giocate da Negreanu, dedicandogli vari video. Il portale PokerTube ha riproposto la raccolta di filmati e si è scatenata una polemica.

Quanto ci sa fare Negreanu con le quattro carte? Lui bragga così: “Scommetto che ho vinto più soldi io giocando a PLO che il 99,9% dei professionisti del PLO“.

Ingram risponde: “Puoi essere un amatore e vincere tanti soldi, questo è quello che fa del Pot Limit Omaha un grande gioco“.

Arriva allora la proposta di sfida. Negreanu scrive: “Noi due dobbiamo giocare in heads up, figliolo. Il 50% va in beneficenza. Stack da 250 bui. Giochiamo fino alla morte“.

 

 

Ingram accetta la sfida e poi tagga perfino il canale televisivo PokerCentral che magari è interessato a trasmettere il duello…

A voi suona come un flame da popcorn in mano, come una trovata pubblicitaria o come una burla tra amici? Probabilmente lo scopriremo presto.

Se la sfida heads up davvero si farà, di certo non passerà inosservata. Del resto ultimamente vanno di moda gli scontri testa-a-testa al tavolo nati in seguito ad uno scontro verbale.

Ricordiamo come nel mese di febbraio l’americana Stacy Matuson ha umiliato a Rozvadov l’avvocato britannico Will Kassouf, prendendosi una bella rivincita dopo il famoso trash talking dell’inglese alle scorse WSOP.

Lo scorso weekend a Filadelfia ha avuto invece la sua vendetta un’altra giocatrice, Cate Hall, la quale si è imposta con un secco 2 a 0 su Mike Dentale.

Voi su chi puntereste tra Daniel Negreanu e Joe Ingram? Il player più vincente della storia dei tornei live ha shippato diversi tornei in carriera giocando a Omaha.

Ingram invece proprio nell’Omaha ha ottenuto il suo unico ITM di rilievo alle WSOP, ovvero un 39° posto nel 2016. Può bastare per individuare un favorito?

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari