Saturday, Jun. 15, 2024

Poker Live

Scritto da:

|

il 2 Ago 2016

|

 

WSOP Flashback – Marco Ruggeri e un double up memorabile contro Daniel Negreanu!

WSOP Flashback – Marco Ruggeri e un double up memorabile contro Daniel Negreanu!

Area

Vuoi approfondire?

Luglio 2012. Day3 del Main Event WSOP.

Un giovanissimo Marco Ruggeri, appena 21enne, siede al feature table in compagnia di Daniel Negreanu. Il romano è al suo esordio assoluto a Las Vegas, ma mostra un self control da professionista navigato.

Le telecamere di ESPN sono ovviamente tutte per “Kid Poker”, ma improvviso arriva lo spot che consegna Marco alla memoria pokeristica collettiva. Un double up difficile da immaginare anche nei suoi sogni più arditi. L’evoluzione del board perfetta. Una mano che possiamo giurare di ricordare nitidamente in ogni singola size; difficilmente ne ricordiamo di simili, con protagonista un nostro portacolori opposto ad uno dei top 3 player mondiali in un’occasione del genere.

Ve la riproponiamo con l’ausilio della nostra grafica ‘mano storica’, prima di farvi reimmergere nella memorabile clip.

manonegrerugge

Dopo l’open Utg, Daniel opta per un check back al flop. Slow play never pay, ok. Ma la texture è talmente safe che sembra davvero rendere valida la via del ‘trapping’. Che di fatti prende forma al turn, street sulla quale Marco lead outta con un semplice gutshot. Coerente con la scelta flop, Daniel si limita al call. E anche questa è fondamentalmente una scelta ineccepibile. Su quasi tutti i river (fatta eccezione per quelli che raddoppiano il board?) Marco betterebbe sempre per provare a stealare il pot in bluff.

Il river è però il jolly del jolly. Un J che regala una scala illeggibile all’azzurro. La puntata da 10.500 su pot da 18.000 è perfetta. Negreanu non può non rilanciare con second nuts! Non c’è alcun motivo per pensare di non avere la mano migliore.

Dopo il raise a 31.500, Daniel resta però a dir poco sorpreso dalla tribet all-in di Ruggeri.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Se hai Q-10 è veramente sick. Potresti averla, ma non mi vedo foldante… Diavolo, veramente hai scala? Mmmmhhhh… I call”.

Ruggeri dichiara il suo punto, senza far trasparire la benché minima emozione: “Scala”.

Negreanu resta a dir poco allibito, quasi sotto shock, e lascia 1/3 del suo stack all’italiano. Difficile dire se in una situazione analoga, al giorno d’oggi, Daniel sia in grado di passare river. E’ chiaro che si parla di nuts vs second nuts, un cooler per il 99% dei giocatori sul pianeta terra, ma se Negreanu avesse avuto le giusto info su Marco avrebbe probabilmente intuito che dopo un’action del genere, in quello spot, al main event, il suo avversario non avrebbe potuto che avere Q-10.

“Per come si è evoluto il board, credo che Daniel sia stato molto sfortunato, ma avrebbe potuto giocarla in diversi modi ed evitare di farmi double-upparedichiarò a caldo Marco ai nostri microfoni

Ora però bando alla ciance e spazio alla nostalgia:

httpv://www.youtube.com/watch?v=_u3xQcxw1V4

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari