Friday, Sep. 25, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 24 Lug 2013

|

 

I Pro del NLniente

I Pro del NLniente

Area

Vuoi approfondire?

Il proliferare dell’offerta di articoli tecnici, di consigli sulla gestione del bankroll, di anni passati a dire che per vincere a poker ci vogliono studio e skills ha dato vita a una nuova categoria di giocatori: i professionisti del NL2.

E’ probabilmente il player che meno riesco a inquadrare perchè non ha le giustificazioni di un neofita nè le motivazioni di un grinder. Il nl2 è un livello che in realtà non esiste: è il livello immediatamente superiore a: “uh ma questo tasto fold a cosa serve” e immediatamente precedente a “devo settare Holdem Manager e voglio perdere poco mentre ci smanetto“.

Cosa contraddistingue il Pro del NLNiente?

Frequenta tutti i forum di poker da mesi e mesi, esegue finissime analisi tecniche dopo aver analizzato le stats dell’avversario, la size dei rilanci, l’immagine che ha al tavolo, senza considerare che magari ha di fronte un pensionato 79enne che non ha ancora ben capito cosa sia quell’affarino bianco a forma di freccia che si muove sullo schermo.

Utilizza Holdem Manager: a fine giornata, riguardando il grafico delle 2.000 mani giocate oggi, rosica a bestia perchè è ben uno stack sotto EV senza considerare che mentre ha grindato si è mangiato almeno 5 stack in Pringles.

Utilizza poi il suo intero database di mani per calcolare precisamente il suo hourly rate, senza capire che potrebbe raddoppiarlo con una semplice mossa: ravanare sotto il tappetino della macchina e recuperare tutti gli spiccioli persi.

Ha settato l’HUD, ma ogni volta si stupisce di trovarsi di fronte un giocatore che gioca 64/52/58 ma che da due giri non sta giocando: sta forse polarizzando la sua image per sembrare nitty? Forse, o più verosimilmente dall’altra parte del pc c’era un gatto che ballava sulla tastiera, per poi rendersi che è una perdita di tempo il nl2 e ora si sta profittevolmente leccando le parti intime.

E’ rigidissimo nel bankroll management: ha letto che è un grave leak giocare con meno di 30 stack e, essendo un pro, non vuol rischiare di andare broke: quindi ha saggiamente deciso di caricare 10€ (non vuole caricare tutto il bankroll sulla poker room) e non salirà al nl5 (NL5!!!!!) finchè non raggiunge i 100€ e non ha almeno 3BB/100 su 300.000 mani.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Stranamente però al lavoro fattura come un piccolo stato centroamericano e ieri ha comprato un tagliasigari in avorio da 480€. E non fuma!

Questo pro ama impelagarsi in complicate discussioni sulle size di un rilancio o di una 3bet al NL2, ma non riesce a comprendere che domande del tipo “meglio rilanciare 14 o 18 centesimi” o “posso valuebettare thin per 12 cents su un piatto di 47” sono per gli avversari le stesse cifre pagate per una busta di plastica biodegradabile alla COOP.

Il pro del NLNiente, su queste obiezioni ha sempre pronta la madre delle giustificazioni: “io gioco per divertirmi!”

Beh, vi svelo un segreto che potrebbe costarmi il posto di lavoro: il poker non è divertente. O meglio, può esserlo per quelli che lo fanno per hobby, e che fanno benissimo a rimanere a divertirsi al NL2. Ma per chi lo affronta come un grinder il divertimento deriva dal poter spendere i soldi guadagnati grazie ad una attività stressante, noiosa e ripetitiva.

Se trovate divertente grindare 8 ore al giorno multitablando 12 tavoli alla volta, per non guadagnare nulla… è ora che vi troviate un bravo psicologo. O in alternativa una bella ragazza.

Carmine Ferro

Articolo pubblicato su Poker Sportivo, l’unica rivista italiana sul Poker in edicola e in abbonamento

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari