Sunday, Sep. 20, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 8 Giu 2013

|

 

Alex Longobardi dopo il Final Table WSOP: “Ora la trasferta è più serena”

Alex Longobardi dopo il Final Table WSOP: “Ora la trasferta è più serena”

Area

Vuoi approfondire?

Subito dopo l’exploit di Alex Longobardi al tavolo finale dell’evento Shootout delle WSOP, il secondo in due anni consecutivi, abbiamo contattato il player stabiese che ci ha risposto direttamente da Las Vegas.

Ecco le sue impressioni a “mente fredda” dopo il quinto posto all’evento numero 9 delle WSOP 2013.

Ciao Alex, innanzitutto complimenti del risultato. Sei soddisfatto al cento per cento o a posteriori cambieresti qualcosa?

Ovviamente se qualcuno mi avesse chiesto di firmare per un tavolo finale avrei accettato, ma a posteriori un pizzico di rammarico c’è!

Sicuramente non ho giocato il mio miglior poker come ho fatto nei tavoli precedenti, alcuni spot li ho sbagliati e tecnicamente potevo fare meglio, ma la tensione del secondo tavolo finale allo stesso evento mi ha un po’ bloccato. Paradossalmente ho giocato peggio dell’anno scorso ma ho migliorato la posizione, quindi questo non può che darmi ancora più fiducia per i prossimi eventi!

Cosa vuol dire fare subito un risultato importante alle WSOP? La trasferta diventa più facile? Parteciperai a più eventi grazie a questa sicurezza economica?

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Beh fare subito un risultato importante ti mette sicuramente in fiducia, ti fa vivere il resto dei tornei con la consapevolezza che comunque vada ci si porta a casa un risultato importante, ma la trasferta non diventa più facile, forse la parola giusta è “serena“… sì, la trasferta diventa più serena.

Per quanto riguarda il programma dei prossimi tornei non cambia molto, anche perché già prima di questo risultato avevo uno schedule abbastanza pieno: forse aggiungerò 2-3 eventi, ma tutto sommato non cambierò molto, ne giocherò una decina con il main event e sicuramente il prossimo shootout!

Visti i risultati, pare proprio che la disciplina shootout ti si addica particolarmente…

Si decisamente si, la modalità shootout la preferisco, e posso dire che i tanti sit’n go giocati sulle nostre punto it all’inizio della mia carriera mi hanno aiutato a perfezionare questa specialità. Non a caso, penso, si vince un torneo (notte del poker) e si fanno 2 tavoli finali alle WSOP nella stessa modalità, se non si ha un feeling particolare con il tipo di gioco.

Ovviamente ringrazio tutti per l’affetto che mi hanno dimostrato durante questa mia nuova avventura e spero di regalare a me e al mondo del poker italiano ancora qualche emozione durante queste WSOP!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari