Sunday, Oct. 24, 2021

Poker Online

Scritto da:

|

il 9 Apr 2015

|

 

Come affrontare un torneo heads-up? I consigli di Suriano: “Adattamento, concentrazione e costanza…”

Come affrontare un torneo heads-up? I consigli di Suriano: “Adattamento, concentrazione e costanza…”

Area

Vuoi approfondire?

Il palinsesto SCOOP di PokerStars propone questa sera i due eventi heads-up: l’High avrà un buy-in da 250€ con blinds da 10 minuti, il low 25€, 7 minuti.

Per approcciarsi al meglio a questi tornei abbiamo interpellato Davide Suriano che nella scorsa estate si è laureato campione del mondo di specialità in quel di Las Vegas.

Il pugliese ha dispensato suggerimenti utilissimi per impostare una tattica vincente nelle sfide testa a testa.

Parola a “zizinho89“.

Regola numero uno: Adattarsi al proprio avversario

“E’ uno degli aspetti più importanti nel poker in generale, figuriamoci in heads-up. Nei primi livelli di gioco, quando i blinds sono ancora bassi e non incidono sull’esito della partita, dobbiamo prendere il maggior numero di informazioni possibili sul giocatore che abbiamo davanti. Se ci troviamo dinanzi ad un giocatore aggressivo cerchiamo di giocare il più solidi possibile; gli spot per prendergliele arriveranno. Se il nostro avversario ha invece tendenze più nitty consiglio di giocare altrettanto chiusi nella primissima parte di gara, simulando un’immagine speculare alla sua, per poi aggredirlo quando meno se l’aspetta, nei piatti più critici del testa a testa”.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Regola numero due: Non dare timing tell

“A differenza del live, gli unici tell che possiamo carpire/rivelare in un heads-up online sono dati dai tempi di reazione delle puntate. Il consiglio che mi sento di dare è quello di usare sempre la stessa cadenza; ogni action su ogni street deve avere sempre lo stesso ritmo. Che siano 2 secondi, 5 secondi o 7 secondi cambia poco. L’importante è non scoprire il fianco e rivelare alcun genere di info. Attenzione invece ai grinder più esperti: loro sapranno bilanciare anche i tempi di puntata e un istant all-in river potrebbe rappresentare nuts come bluff puro. Per chi ha più confidenza nel gioco, saper bilanciare questi ritmi diventa sicuramente un’arma in più.”

Regola numero tre: Non tiltare!

“Capita tante volte di giocare un heads-up in costante equilibrio e poi perdere un brutto colpo al river. Ma nell’heads-up, più di ogni altra disciplina, è fondamentale restare concentrati e non abbattersi. Qualora fossimo vittima di uno scoppio non disperiamo e cerchiamo di continuare a esprimere il nostro A-Game. Non è facile, ma bisogna provarci. L’heads-up è un gioco prevalentemente di testa e se caliamo mentalmente per il nostro avversario sarà facile sopraffarci.”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari