Saturday, Jul. 20, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 23 Ott 2015

|

 

Dario De Toffoli e la lezione di poker alla Luiss: “Prendere una decisione corretta permette di governare l’alea”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Dario De Toffoli e la lezione di poker alla Luiss: “Prendere una decisione corretta permette di governare l’alea”

Area

Vuoi approfondire?

Invitato dal Professor Marco Scarsini dell’Università Luiss di Roma, nella giornata di ieri il giornalista de “Il Fatto Quotidiano” Dario De Toffoli ha tenuto una lezione dal titolo “Taking decisions: from backgammon to poker” per il corso di laurea Economic and Business.

Davanti ad una quarantina di studenti, De Toffoli, noto esperto in materia pokeristica, ha tenuto una lectio magistralis centrando il focus sull’importanza delle decisioni da prendere nei giochi in cui le abilità possono farla da padrona sull’alea.

“Siamo partiti dal thinking process matematico che sta alla base del backgammon sino ad arrivare a quello che regola il gioco del poker. Ho fatto ben presente che nel poker c’è molto più di questo: le componenti psicologiche non vanno assolutamente trascurate, ma alla base di tutto c’è un calcolo probabilistico. Tra i due giochi ci sono sicuramente delle similitudini in termini di ragionamento: prendere o passare un dado del raddoppio ho la stesso procedimento matematico che c’è dietro il concetto di odds nel poker.”

Come già fatto in diversi articoli per il quotidiano diretto da Marco Travaglio, De Toffoli ha ribadito l’essenziale differenza che esiste tra giochi come backgammon e poker e quelli di puro gambling:

“Ci sono i giochi d’azzardo che sono dannosi per il tessuto sociale italiano, come le slot machine, e ci sono giochi, come il poker, dove c’è una componente aleatoria che sul lungo periodo può essere governata qualora si riescano a prendere le scelte matematicamente più corrette in una determinata situazione. Gli studenti sono stati particolarmente attenti: gran parte di loro mi sono apparsi piuttosto impreparati per quanto riguarda il backgammon, mentre sul poker… sapevano tutto! Insomma, non è stato necessario rimarcare le sostanziali diversità tra questi due mondi.”

Durante i suoi 90 minuti in cattedra, De Toffoli ha approfondito alcuni concetti come l’importanza della $EV, sottolineando come il discorso cambi radicalmente se stiamo parlando di un MTT o di cash game:

“Nel cash game ogni colpo fa storia a sé e possiamo decidere di andare all-in ogni qualvolta lo riteniamo opportuno. Nelle fasi iniziali di un torneo le cose sono ben diverse perché qualora decidessimo andare all-in ed eliminassimo il nostro avversario la nostra $EV aumenta, ma non raddoppia.”

De Toffoli si è dunque detto “favorevolmente sorpreso” per questo invito rivoltogli dall’ateneo capitolino:

“Ho potuto parlare liberamente di tutti gli aspetti legati al gioco, potendo criticare aspramente le slot e altri giochi d’azzardo senza che nessuno mi censurasse. Essendo la Luiss università di Confindustria l’argomento poteva essere piuttosto delicato…”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari