Sunday, Oct. 24, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 16 Mar 2016

|

 

Ana Marquez rivela: “Ho pensato seriamente di chiudere con il poker, non ho fatto altro che giocare per dieci anni”

Ana Marquez rivela: “Ho pensato seriamente di chiudere con il poker, non ho fatto altro che giocare per dieci anni”

Area

Vuoi approfondire?

La giocatrice spagnola più famosa e vincente racconta in un’intervista al WPT di aver lasciato perdere per un periodo il poker e di aver pensato seriamente al ritiro. Ora è tornata a farsi vedere nei circuiti più importanti ma con un nuovo spirito.

Ana Marquez in carriera ha vinto oltre 1 milione di dollari in tornei live ed è al 7° posto della Money List spagnola. Nel 2012 ha quasi shippato il mitico braccialetto WSOP e ha piazzato molti risultati di rilievo in particolare all’EPT. Nell’ultimo anno però le bella Ana è quasi sparita dai tavoli. Si è vista solo nel mese di giugno nell’immancabile appuntamento estivo a Las Vegas. Come mai? La giocatrice spagnola ha raccontato tutto al sito del WPT, durante la tappa che è in corso in questi giorni a Vienna.

Ho quasi 30 anni e negli ultimi dieci anni non ho fatto altro che giocare a poker. Ho deciso di prendermi una pausa perché ho giocato per molto tempo in maniera intensiva. Quando non giocavo online, giocavo live, spostandomi di città in città. Questo ovviamente è dannoso per la salute. È importante avere un luogo che puoi definire casa, dove puoi trovare un po’ di pace. Per un po’ ho pensato che avrei voluto esplorare nuove cose e forse chiudere con il poker, ma ero indecisa.

Ho fatto del volontariato per un po’ e ho pensato di tornare a far qualcosa grazie ai miei studi in campo storico ed economico“. Ana infatti è laureata alla American University di Washington sia in storia che in economia. Il suo racconto continua: “Durante la mia pausa mi sono presa più cura di me stessa, ho fatto molta meditazione e yoga, concentrandomi su una vita più spirituale. Ho pensato seriamente di smettere per sempre con il poker.

Amo il poker ma ho pensato di aver raggiunto il ‘burn out‘. Il mio errore è stato quello di non darmi tregua e chiedere troppo. È stato divertente e ho amato ogni minuto di questi anni, ma oltre al poker che è la mia passione ci sono altre cose nella vita da vedere ed esplorare. Non voglio dedicare tutta la mia vita ad una sola cosa, non lo farò mai più. Non rimpiango nulla però. Ho amato quel che ho fatto e sono soddisfatta dei risultati”.

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

ana

 

Ecco cosa dice sul suo ritorno al poker live: “Sono orgogliosa. Mi piacerebbe tornare nel circuito internazionale ma senza farmi del male di nuovo. La cosa eccitante è che ho trovato molte più persone fuori dal poker, ragazze soprattutto. Sono felice. Esco ancora comunque con giocatori di poker. È divertente, perché penso di aver studiato più teoria del poker nell’ultimo anno che nella mia intera vita. Non ho giocato ma ho comunque imparato”.

Riguardo all’ambiente del poker, Ana dice: “Quando sono entrata in questo mondo ero contentissima di far parte di una comunità così particolare. Negli anni però ho scoperto che è un mondo con lati oscuri. Mi piace la gente con mentalità aperta, come sono appunto i pokeristi, ma non li difendo più a spada tratta come facevo prima“.

Ecco come si conclude l’intervista ad Ana, che in poche parole descrive come è cambiata la sua esistenza: “Ora faccio allenamento regolarmente, esco con gli amici, vado al cinema e faccio cose normali. Adesso ho una vita“. Non ci stancheremo mai di ripeterlo; l’equilibrio è la cosa più importante!

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari