Wednesday, Feb. 21, 2024

Poker Live

Scritto da:

|

il 16 Mar 2016

|

 

Dopo la ‘beffa’ per Dublino, Nastasi si riscatta centrando Montecarlo: “Quel pacchetto però lo sento rubato…”

Dopo la ‘beffa’ per Dublino, Nastasi si riscatta centrando Montecarlo: “Quel pacchetto però lo sento rubato…”

Area

Vuoi approfondire?

Poco più di un mese fa a Eros Nastasi era rimasto indigesto un satellite per il Main Event EPT di Dublino, in cui è certo di essersi trovato in mezzo a due player che colludevano.

Col tempo la rabbia è un po’ scemata e il messinese l’ha trasformata in motivazione, tanto che la scorsa notte ha strappato un pass – insieme a Emiliano Conti – per il prossimo EPT Grand Final di Montecarlo da 5.300€ di buy-in, che quindi freerollerà.

nas

“E’ come se mi fossi voluto riscattare per quanto successo quella sera – spiega Erosquando subii quella spiacevole collusion. Fino a oggi non ho avuto alcuna risposta dal dipartimento sicurezza di PokerStars”.

Nastasi comunque non ha perso le speranze ed è ancora convinto che la sua verità possa essere riconosciuta dalla room e venire presto a galla.

“Spero sia fatta chiarezza sul caso e che PokerStars intervenga nel migliore dei modi. Non ho più visto quei nickname online, li ho cercati ogni sera, perciò suppongo siano stati bannati e che i lavori di investigazione stiano andando avanti. Ho saputo il nome dei giocatori e tramite conoscenze comuni so che sono stati esclusi dalla poker room, appunto, per collusion. Mi auguro che il pacchetto mi venga restituito, per il momento lo sento ancora ‘rubato’. Ho tutta l’hand history di quel tavolo finale pronta, se non avrò riscontri positivi, la posterò sul mio profilo Facebook e la fornirò ai media. La cosa sicura è che non mi arrenderò finché non sarà fatta giustizia…”.

Il torneo ieri sera ha premiato anche il fiorentino Emiliano Conti ed Eros è stato molto contento di condividere la gioia con il professionista toscano.

“E’ stato un riscatto poterlo vincere con un amico, nonché uno dei pochi player che realmente stimo nel panorama del poker italiano. A questo punto spero venga a farmi compagnia a Montecarlo”.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

C’è chi i ticket preferisce incassarli, chi, invece, sfrutta l’occasione per andare a giocare un mtt che, magari, non era in programma. Abbiamo chiesto dunque a Nastasi di quale categoria faccia parte.

“Sono più per il partire che per il cashare. Ne ho vinti diversi tra EPT, IPT e altro, li ho giocati sempre tranne quando sono stato impossibilitato da qualche imprevisto. O come l’anno scorso quando vinsi 13 sat per l’IPT in un mese e fui costretto a incassarne dodici (ride). Allora superai il record del mio grande amico Alessandro Furneri, che ne conquistò otto”.

I satelliti finali per gli IPT e gli EPT hanno dinamiche particolari, spesso infatti sono winner-take-all e richiedono delle skill diverse rispetto ai tornei canonici. Eros ci ha spiegato come muoversi per affrontarli al meglio e avere, quindi, maggiori probabilità di successo.

“Vanno giocati diversamente. Essendo WTA, una mano con 17/18 blind che potrei tranquillamente aprire per foldare, in un satellite opto per lo shove, perché vince solamente uno e preferisco giocarmi quello spot se può avvantaggiarmi in termini di classifica. Cambia tanto anche quando si è 3/4 left e si gioca per soli due pacchetti, i range di 3-bet ‘finti’ acquistano un valore importantissimo, poiché tutti stringono i range e i conseguenti push vengono fatti spesso solo col top 3%/4%. Mi piace, poi, mettere pressione sui big stack che, essendo ancora dentro i corti, tendono a mollare già nel preflop. Stanotte, ad esempio, il 4-handed è stato molto bello e intenso, perché erano presenti Salvatore Bianco ed Eugenio Peralta, coi quali mi complimento per la prestazione”.

Ticket a parte, il messinese aveva già in programma di andare nel Principato, però adesso la trasferta sarà ancora più piacevole. Nel suo plan, infatti, non c’è solamente il Main Event della manifestazione.

“Avevo già in mente di andare a Montecarlo, quest’anno ho fatto pochi tornei live perché sto lavorando molto in diversi settori, non ho quindi avuto il tempo e la tranquillità giusta per essere presente come in passato. Il Principato però merita una visita, tra l’altro sento ancora l’amaro in bocca per quel 21° posto ottenuto due anni fa. Vediamo se è giunta l’ora del riscatto. Ho intenzione di giocare l’High Roller da 10.300€, il FPS Main Event da 1.100€, il FPS High Roller da 2.200€ e, chiaramente, il Main Event da 5.300€. Chissà, sarà la volta buona?”.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari