Monday, Aug. 3, 2020

Poker Online

Scritto da:

|

il 8 Ott 2015

|

 

Reg Identikit – l’autodidatta Alessandro “Pr3d4” Predaroli: “Hand review e confronto con gli amici i segreti del mio successo”

Reg Identikit – l’autodidatta Alessandro “Pr3d4” Predaroli: “Hand review e confronto con gli amici i segreti del mio successo”

Area

Una nuova leva si sta affacciando nel panorama del poker online italiano.

E’ Alessandro Predaroli, 25 anni di Salò, provincia di Brescia, conosciuto online su Pokerstars.it con il nickname pr3d4.

“Ho iniziato professionalmente a Marzo 2013 dopo aver provato il gioco con amici in partite molto blande. La passione per questo gioco è nata comunque a inizio 2013 e ho iniziato seriamente su Pokerstars con i sit and go da 27 giocatori dal buy in di 50 centesimi.

In sei mesi circa sono arrivato ai sit da 25€ e per un anno ho buildato il roll con i sit and go.”

Dopo questo inizio veramente fulminante in una specialità come quella dei sit tanto bistrattata ormai nel panorama italiano Alessandro arrivato al limite massimo dei sit and go sulla room della picca passa ai tornei multitavolo.

“Purtroppo il traffico nei sit non è più a buon livello e ho dovuto switchare nell’ottobre del 2014 verso i tornei mtt.

Ho iniziato approcciandoli in maniera autonoma ad abi 10/15 € e poi dopo qualche mese ho fatto lezione con Rino Fusco una volta approdato ad abi 20/25.

Ho svolto un pacchetto di cinque ore di lezione e poi tre mesi fa ho preso un nuovo pacchetto di cinque ore.”

Insegnamenti importanti anche se in poche ora da parte di uno dei top reg italiani a cui è seguita tanta applicazione in solitaria per pr3d4.

“Il grosso del mio apprendimento l’ho fatto coi forum, con gli articoli, da solo, da autodidatta. Ovviamente anche il confronto tanto con amici regular che giocano MTT è molto importante ma è studiando e applicandomi quotidianamente che sono riuscito a migliorare.

Una buona base di partenza l’ho avuta dai sit perchè mi ha permesso di capire molto quali sono i range e avere un gioco solido nella fase tra i 10 e i 20 big blind. E’ fondamentale avere un gioco sicuro e corretto in questa fase, sapere cosa restealare, cosa reshovare, eccetera.”

In un panorama punto it in cui ogni giorno si sente parlare di coaching e stack-coaching Alessandro sembra essere una delle classiche mosche bianche.

“Leggo tutto quello che mi capita sotto mano anche se ovviamente i forum americani come twoplustwo sono quelli dove ho trovato maggior materiale.

Per lo studio utilizzo molto ICMizer2 e Hold’em Resources, che fa lo stesso lavoro ma mi piace molto poter confrontare i due programmi perchè a volte hanno un piccolo divario nei range e quindi voglio sempre capire il perchè.

Sono abbastanza dinamico e aperto alle nuove teorie. Prendo spunto anche dai miei avversari, prendo molte note sui regular e mi piace capire le giocate che fanno e capire cosa sta dietro una particolare move.

Se un avversario mi check raisa voglio capire il perchè così poi se lo ritengo profittevole posso così applicarlo a mia volta. Trovo importante imparare dai “grandi” ed eventualmente emularli.”

Il passaggio dai sit and go ai tornei è sicuramente più agevole rispetto a un giocatore che proviene dal cash game:

“Ho fatto circa 4500 mtt quest’anno: massare in mtt è fondamentale.

Ho avuto un periodo lungo di flatting, circa 2000 tornei, per colpa del multitabling spinto. Coi sit massavo 35x e quindi in mtt mi sono spinto fino a 20/22x ma i tornei sono un altro gioco.

Tablare 20 x mi ha fatto giocare in C game probabilmente.

Ho deciso quindi di ridurre la massa, tablare non più di 16x, e con uno scheduled abbastanza intelligente e che mi piace riesco a esprimere molto spesso il mio A game.”

grafico pr3d4

il grafico di ‘pr3d4’ su ps.it

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Predaroli non ha dimenticato però come si giocano i sit&go e infatti sta coachando tre ragazzi che stanno distruggendo i 27 man:

“Sto seguendo tre ragazzi e voglio ringraziarli pubblicamente: Gilli_7, connecting89 e 89Fouraces89 mi stanno regalando grandi emozioni. Portare dei ragazzi dal giocare 0.50 cent a grindare con costanza i 10€ / 25€ in meno di un anno è una grossissima soddisfazione personale. Sono veramente orgoglioso di loro!”

coachati preda

Il grafico dei tre ragazzi seguiti da Alessandro Predaroli

 

Alessandro ottiene costanti risultati in tutti i tipi di tornei grazie anche alle conoscenze acquisite in merito all’Indepent Chip Model:

“Non ho preferenze particolari sui tipi di tornei da giocare e possibilmente vincere. Mi adatto abbastanza bene in tutto, dagli hyper ai 6 max, anche se ovviamente preferisco strutture come lo special che hanno livelli di gioco lenti.

Nelle turbine purtroppo vai troppo spesso a esaurire la tua edge dovendo per forza pushare in certi spot: sai che il push o il re shove sono corretti però fa da padrone la varianza.”

Detto dell’approccio agli MTT la carriera di Alessandro sembra procedere in modo pulito con una sorpresa per il prossimo anno.

“Attualmente sto puntando a giocare abi 40 anche se sul .it non è facile perchè dovrei togliere vari tornei da 15/20 € che sono veramente troppo profittevoli per essere tolti. Potrei avere abi 50 mettendo i vari satelliti ma devo confrontarmi con un field diverso quindi ritengo più profittevole avere un Roi più alto su un abi più basso.

Sto pensando seriamente al passaggio sul .com. Domenica parto un mese per Malta e sto un mese a grindare. Ho già provato l’esperienza la scorsa estate grindando però sit and go e devo dire che il field è molto più difficile perchè i reg sono molto più forti.

Proverò a giocare molti tornei in questo mese come test per il prossimo anno: sto valutando se da inizio 2016 andare in Slovenia anche se non è ancora nulla di concreto.”

Il trasferimento all’estero sarà sicuramente più agevole grazie alla vittoria nell’ultimo Sunday Special concluso che gli ha portato in tasca oltre 22.000 €.

“Faccio fatica a raccontare bene tutto nel dettaglio perchè ero concentratissimo per non fare errori.

Essendo il mio primo big shot quando ti trovi in game sei concentratissimo solo sul tuo modo di giocare e sul fare la scelta giusta. L’adrenalina e la concentrazione la fanno da padroni.

Comunque ho chiuso il day a 190.000 con average 120.000 con tanti piatti uncontested e solo una mano dove ho dovuto mettere a repentaglio il mio stack contro FabioBorini che purtroppo per lui mi ha beccato col top del mio range.

Nel day due poi sono arrivato al tavolo finale da short. Per tutto il final table ho vissuto sali e scendi senza mai riuscire a rimanere stabile a 40x.

Ma non era la prima volta che arrivavo al tavolo finale e quindi puntavo a vincere, non a fare un piazzamento.

Ho aggredito molto e reshovato molte aperture salendo bene in chips. Poi le carte non mi hanno tradito e a 5 left ho avuto una buona run coolerando “BettoinSteal” con gli assi contro i kappa.

Dopo aver preso questo cooler a favore ho aggredito sempre di più riuscendo a vincere dopo il deal a tre gli ulteriori 4.000 € dell’heads up.

Il tavolo finale non era comunque facile perchè c’era l’aggressivo BettoinSteal, Fabioborini che è un player che stimo molto e un altro paio di reg come AMW91, comunque preparati.”

 

PhotoCourtesy: PokerStars

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari