Friday, Dec. 6, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 24 Ago 2015

|

 

Reg Identikit – Simone ‘Spera91’ Speranza, il regular MTT con l’animo da cash-gamer!

Reg Identikit – Simone ‘Spera91’ Speranza, il regular MTT con l’animo da cash-gamer!

Area

Vuoi approfondire?

“Non c’è nulla da fare, vanno sempre loro!” è una delle espressioni tipiche che ogni giocatore di poker ha pronunciato almeno una volta nella sua vita.

In questo caso però non si tratta di una mano bizzarra o di un colpo sfortunato, perché ad “andare sempre”, in fondo, sono semplicemente i più bravi.

Come Simone ‘Spera91’ Speranza, il reg milanese che da qualche anno a questa parte sta macinando risultati come pochi altri, distruggendo il palinsesto MTT delle room ‘punto it‘.

Questo pomeriggio abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con lui e farci raccontare com’è nata la passione per il Texas Hold’em:

Ho conosciuto il gioco attorno ai diciott’anni, con qualche partita tra amici nei circoli nella provincia di Milano. Ci andavo di tanto in tanto con mio cugino che mi spiegava le prime regole, mi diceva cosa fare e mi faceva leggere i primi articoli…dopodiché ho scoperto l’online con le prime partite a soldi finti su Everest, per poi passare a GDPoker e successivamente su PokerStars, semplicemente perché da buon amatore pensavo fosse truccato (ride). Come tanti altri caricavo i miei 50€ e li spendevo, magari ottenendo qualche risultato, per poi perderli shottando fuori roll. Questo è un vizio che ho avuto per tanto tempo finché un bel giorno, nell’agosto 2012, ho deciso di caricare 150€ giocando esclusivamente Sit&Go da 3€, con la promessa di fare level-up soltanto dopo aver messo da parte almeno 50 buy-in. Le cose sono andate meglio, fino ad arrivare a circa 1.500€ di roll, e da lì in poi ho cominciato a giocare MTT.

L’esperienza maturata nei Sit da i suoi frutti anche nei tornei multi-table, infatti dopo un breve periodo di tempo:

Ho collezionato dei bei risultati vincendo un paio di volte il mini-NOS e qualche mini-NFS, finché ad un certo punto, senza nemmeno farci troppo caso, mi è comparsa una schermata con tanto di musichetta: ‘Congratulazioni hai raggiunto lo status di Supernova’. Da questo momento in poi è scattata la scintilla e ho pensato di prendere il tutto in modo più serio…

Il passo da ‘Supernova’ a ‘Supernova Elite’ non è certo semplice, ma Simone ha le idee ben chiare e decide di addentrarsi nel mondo del cash-game, prendendo alcune lezioni private da un coach esperto nella disciplina:

L’unico modo per fare Supernova Elite era giocare cash, perciò ho contattato Alessandro ‘Tazmaniac’ Romeo, col quale ho seguito una quindicina di lezioni partendo dal NL100. All’inizio le mie competenze non erano sufficienti a battere il livello e avevo un gioco molto basilare con diversi leak; infatti nel 2013, anno in cui ho fatto per la prima volta Elite, ho swingato tantissimo e se dovessi tornare indietro non penso proprio che rifarei le stesse scelte.”

Ad ogni modo la conquista di un simile risultato, maturato quasi esclusivamente al NL 50 e al NL 100, permette a Simone di giocare un numero impressionante di mani ed accumulare di conseguenza un ottimo bagaglio di competenze, che si rivelerà fondamentale nello step successivo:

Sebbene giocassi principalmente cash sono arrivati dei buoni risultati anche negli MTT, con un secondo posto al Sunday Special, due vittorie all’High Roller e altrettante all’Evening. Ho continuato con il cash game per i primi cinque mesi del 2014 per poi rendermi conto che non era propriamente il mio gioco…

Insomma, dopo un diploma come giocatore cash arriva quasi inaspettatamente una ‘laurea’ in MTT, a cui segue la ‘specializzazione’ con uno tra i migliori interpreti del panorama nazionale, Emiliano Conti:

Avevo sentito che una scuola di poker proponeva un pacchetto staking+coaching, e nonostante non avessi problemi di bankroll ho presentato la mia candidatura perché volevo essere in contatto con i migliori ed essere seguito in tutto il mio percorso. Dopo aver iniziato con Rino Fusco nel settembre del 2014 sono passato con Emiliano Conti, ricevendo una formazione completa sotto ogni punto di vista. Sin dagli inizi ho avuto il desiderio di insegnare a mia volta quanto appreso sui tavoli da gioco e fortunatamente, dopo aver ottenuto ottimi risultati, sono riuscito a diventare a mia volta un coach di Pokermagia, nonché tra i più richiesti.

Nonostante Emiliano Conti sia stato in qualche modo il suo mentore, gli stili di gioco dei due regular sono differenti, o almeno così sembra all’apparenza:

A guardare le statistiche si direbbe che il nostro gioco sia molto diverso, quando in realtà esistono tante similitudini soprattutto nel postflop. Devo ammettere che la mia formazione da cash-gamer ha influito sulla scelta delle mani, infatti rispetto a Emiliano ho la tendenza a giocare più spot: penso ci siano tante situazioni profittevoli da sfruttare

Mentre nell’online i risultati sono sotto gli occhi di tutti, nel poker live ‘Spera91’ preferisce attendere prima di lanciarsi a pieno ritmo in un mondo nei confronti del quale sente di non essere ancora pronto:

Nel live conta tanto il ‘trash talking’ per carpire preziose informazioni sugli avversari ed essendo un ragazzo piuttosto chiuso mi viene ancora difficile. Nonostante ciò, penso che prima o poi mi deciderò a compiere questo passo, sia per soddisfazione personale che per portare a termine un percorso con il mondo delle due carte.

Per concludere la nostra intervista abbiamo chiesto a Simone quali sono a parer suo i tre migliori giocatori di MTT nel panorama nazionale…

I tre più forti secondo me sono Emi Conti, Enrico Camosci e Davide Marchi, anche se escludere uno come Andrea Carini, che ultimamente sta ottenendo dei risultati sorprendenti, non è proprio così semplice…

Ecco il grafico overall di Simone ‘Spera91’ Speranza:

grafspera91

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari