Friday, Oct. 22, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 12 Ago 2016

|

 

Voconi ci prova a Barcellona: “Vado fiero del mio 2016 online, ma vincere live sarebbe il top…”

Voconi ci prova a Barcellona: “Vado fiero del mio 2016 online, ma vincere live sarebbe il top…”

Area

Vuoi approfondire?

Mancano davvero pochissimi giorni al via di una delle tappe preferite dai giocatori dello European Poker Tour, ovviamente stiamo parlando di Barcellona.

Sarà nella città catalana anche il massese Filippo Voconi, che in queste ultime settimane sta preferendo il live all’online, dato che grindare ad agosto non è facile neppure per una macchina da guerra come lui.

A Roma a godersi qualche giorno di relax prima della partenza, ne abbiamo approfittato per fare due chiacchiere con lui.

“Arrivo da un amaro 10° posto all’IPT di Saint Vincent – ci racconta Voconie sono convinto che live, soprattutto in agosto, ci sia molto più da guadagnare rispetto al punto it. Poi la voglia di grinding adesso è minore e i punti della TLB da recuperare sono tanti. A Barcellona poi ci saranno l’Estrellas, la Stars Cup, eventi da 1.000€, da 500€, ci saranno numerosi tornei turbo, satelliti, quindi se plannata bene può rivelarsi una trasferta positiva”.

Ritornando sulla TLB di PokerStars, Filippo ci ha spiegato a che punto è la ‘battaglia’.

“Sono soddisfatto di quanto fatto, ovvero 4.500 mtt e 60.000€ di profit, cifre che comunque mi fanno essere distaccato dal leader di circa 3.000 punti. Dovrei concentrarmi per far punti anche su tornei minori, ma ultimamente ho grindato meno, un po’ a causa di cambiamenti in real life un po’ perché in estate è più dura mantenere certi ritmi. A settembre dovrei tornare in ogni caso a giocare come qualche mese fa. Se va bene Barcellona, però, mi sa che la TLB non la finisco (ride)“.

Barcellona è vicina, ma Voconi ancora deve prenotare l’hotel.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“A dir la verità avrei preferito un appartamento perché è molto più comodo, però dopo 12 giorni c’è da pulire, lavare, piegare e potrebbe essere un problema. Opterò quindi per un hotel, una tripla o una quadrupla, visto che andrò in Catalogna con alcuni amici”.

Indipendentemente da come finirà l’anno online, per Filippo il 2016 rimarrà speciale.

“Sono molto soddisfatto, non grindavo seriamente da due anni e ripartire così è molto bello, soddisfacente. Ho fatto i miei adjustment, ho studiato ed è stato un vero e proprio tour de force visto che ho giocato pomeriggio e sera. Sono stati sei mesi duri, che mi hanno dato la forza di rimettermi in gioco, di tornare a vincere online, però mi manca la parte live, sarebbe davvero il top riuscire a vincere qualcosa dal vivo. A Saint Vincent ci sono andato molto vicino…”.

Infine gli abbiamo chiesto un suo parere sull’IPT in versione KO, formula lanciata appunto in Valle d’Aosta.

“Mi è piaciuta molto questa formula, genera più action, la gente è più propensa a metterle in mezzo a causa della taglia, i range si allargano, di conseguenza il gioco è più divertente. Quindi si, sono favorevole!”.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari