Friday, Jan. 24, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 6 Apr 2017

|

 

Luca Cannella capitano azzurro alle WCOAP di Manchester: “Una piacevole tradizione!”

Luca Cannella capitano azzurro alle WCOAP di Manchester: “Una piacevole tradizione!”

Area

Vuoi approfondire?

Due anni fa, in quel di Londra, condusse il Team Italy al trionfo.

E come ogni primavera che si rispetti, Luca Cannella è pronto a fare i bagagli per il Regno Unito, destinazione Manchester, alla volta delle WCOAP (World Championship Of Amateur Poker).

“E’ ormai una piacevolissima tradizione, una sorta di vacanza pokeristica, in compagnia di fedeli amici. Questa sarà la settimana partecipazione! Le prime edizioni si giocarono al ‘Dusk Till Dawn’ di Nottingham, poi Londra e ora l’esordio al Grosvenor di Manchester.”

Il circuito dedicato ai player ‘ricreazionali’ è un vero successo: buy-in contenuti (dai 50£ ai 220£) e soprattutto diverse discipline in cui sfoderare le proprie skill:

“Adoro le varianti e per poterle giocare in un casinò devi necessariamente valicare i confini nazionali. L’evento inaugurale di queste WCOAP è un 8-game da 110£: una disciplina fantastica! Ci saranno poi diversi tornei heads-up, omaha Hi-Low, Chinese Open Face, oltre ai classici High Roller e Main Event di Hold’em.”

La schedule della manifestazione

Oltre al classico ITM, che ogni singolo ambisce a raggiungere, il format prevede una competizione a squadre in cui, in base al piazzamento, verranno assegnati dei punteggi che decreteranno la nazione vincitrice.

“Saremo 10 nazioni che si sfideranno in una due giorni di gioco così strutturata: Day1 heads-up e sit’n’go di Hold’em al quale possono prendere parte tutti e 4 i membri della squadra, più un sit’n’go di Hold’em e un sit’n’go di Omaha nei quali sarà permesso schierare solamente due elementi del team. Nel day2 ci sarà un altro sit’n’go di Hold’em e un MTT conclusivo, utile a guadagnare i punti fondamentali per la graduatoria finale. Dopo il successo del 2015, lo scorso anno abbiamo chiuso al quinto posto… Quest’anno saremo io, Gabriel Iemmito, Germano Cervetti e Catello De Martino e vogliamo assolutamente rifarci!”

L’elegante bar-zone del Grosvenor di Manchester

Poker Sportivo, nel vero senso della parola. Eppure, un festival del genere, offre inevitabilmente altri scenari di gioco più appetitosi:

“E’ chiaro che la competizione a squadra è super stimolante, ma alla fine dei conti si parla di cifre davvero poco significative… D’altro canto, però, come ogni casinò che si rispetti, il Grosvenor avrà almeno 5-6 tavoli di cash game dall’1-2£ a salire e considerando il field che popolerà il casinò in quei giorni non posso proprio non schierarmi per un paio di sessioni!”

Fiduciosi di tenere in alto i colori azzurri, Luca ammette di avere già un piccolo rammarico nella pianificazione di questa 10 giorni:

“Concluso il festival, nel giorno in cui tornerò in Italia, Manchester ospiterà la Phase1 per il PartyPoker Millions di Nottingham [che avremo il privilegio di seguire in loco con il nostro team, ndr.] che si giocherà pochi giorni dopo. Avrei tanto voluto giocarlo! Spero dunque di riuscire a saziare la mia fame pokeristica in questo WCOAP… Gl a me e a miei compagni di ventura! ;)”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari