Tuesday, Aug. 11, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 14 Ago 2017

|

 

“Dopo 12 ore di gioco stavo iniziando a non connettere!” Salvatore Saracino racconta il 2° posto al Sunday Special

“Dopo 12 ore di gioco stavo iniziando a non connettere!” Salvatore Saracino racconta il 2° posto al Sunday Special

Area

Vuoi approfondire?

Una vera e propria maratona pokeristica ha impegnato stanotte Salvatore ‘totosara_93’ Saracino, che poco prima delle nove di mattina ha chiuso al secondo posto il Sunday Special in edizione ferragostana, ovvero concentrato in una unica giornata di gioco.

Salvatore spiega che questo è il suo secondo runner-up nel domenicale di punta di PokerStars, ma che la mancata vittoria non gli pesa.

“Dei domenicali sicuramente non ho in bacheca l’High Roller, ma altrettanto sicuramente quest’anno ho fatto un altro runner up in uno Special. Lì l’ amarezza è stata minore dato che l’avversario in heads-up era ‘ninetto1989’, ma questo è a riprova del fatto che i testa a testa non fanno per me 😂. Comunque per il risultato di stanotte non posso che essere soddisfatto: giocare il 13 d’agosto fino alle 9 di mattina per vincere più di 11.000€ non è poi così frustrante dai!”

Il grinder spiega che le lunghe ore passate ai tavoli hanno lasciato il segno:

“La stanchezza si è fatta sentire intorno ai 4 tavoli left, non ricordo bene che ore fossero, ma fortunatamente gli amici erano lì pronti con le scorte di sigarette e di caffè 🙂 Giocare lo Special tutto in un day è faticoso, la struttura non collassa, hai sempre margine di manovra e questo richiede molta concentrazione. Il “problema” è che quando si arriva ad un final table del genere l’ora è inevitabilmente tarda e se si è iniziato a giocare intorno alle 9 della sera prima la stanchezza non può non manifestarsi, e l’A-game ne risente. In più la domenica è un giorno in cui i tornei da giocare sono tanti e lo spending è più elevato: non puoi proprio distrarti. “

Salvatore racconta così l’andamento del torneo e la mano che ha reso in discesa il suo percorso per il Final Table:

“Ho buildato lo stack fin da subito avendo la fortuna di giocare early e middle stage in tavoli piuttosto facili e poco popolati da reg. Con un paio di bluff catching sono riuscito a portarmi nelle parti alte del count. Uno su tutti in uno spot vs GMZamp a t1000 del torneo in cui giochiamo molto deep entrambi (lui 90k ed io 140k). Apre utg+1 GMZamp, io flatto da mp AJ, completa bb. Su flop AQ5 or cbetta circa 1/3, io gioco, bb folda. Il turn è un T. Or betta 3/4 e io gioco ancora. Al river casca un K che chiude la mia scala ed un ipotetico flush draw. Oppo checka e su pot da 28k betto 23k, lui shova per 77 k e io chiamo. Gira AQ per una doppia turnata in bluff con blocker nut. Mi assicuro un pot da 180k e volo a 240 bui. Da lì fino a 3 tavoli left ho sempre navigato nella top ten del count. Il momento in cui ho pensato che avrei potuto vincere è arrivato quando siamo rimasti in quattro. Il player che è uscito in terza posizione rompeva sereno anche 40-50 bui con un qualsiasi asso-x e paurosamente prendeva sempre le sue. Mi ha trovato con le Dame ed hanno retto contro il suo ATs. Lì ho pensato che poteva essere il mio torneo, poi però ho fatto secondo 😂”

Nonostante partisse con una situazione di stack che poteva solo far pensare al miglior epilogo possibile, infatti, Salvatore ha lasciato la vittoria all’avversario ‘kalousalo90’.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“L’heads-up è partito bene. Oppo mi ha regalato una sostanziosa parte di stack sin dalle prime battute in cui mi è bastato check-callare le sue bet in bianco. Eravamo 8M vs 2M quando ha doubleuppato con coppia di Jack contro i miei Quattro, e un po’ di mani dopo ha trovato la vittoria in un 4bettato in cui hitto top pair al flop con ATs e vado rotto per trovarmi di fronte i suoi Jack. Avrei potuto evitare quella mano, oppo era sizetellato ed ero convinto che avrei girato da peggio. Ma erano comunque passate quasi 12 ore di gioco e stavo iniziando a non connettere più 😵 Non mi è mai piaciuto giocare l’HU degli Mtt perché è totalmente un’altra disciplina e (come in questo caso) fare primo o secondo sposta abbastanza, ma ieri ero in netto vantaggio e ho preferito giocare. E niente, lo sapevo che sarebbe andata a finire così”

Nonostante alcune fugaci apparizioni live, condite da un Tavolo Finale con decimo posto a un 100.000€ grt di Nova Gorica, Saracino vede il suo futuro pokeristico concentrato sull’online:

“Il live è bello, mi intriga, ma le trasferte costano tanto e a parer mio devi essere rollato a dovere, benché siano esperienze molto costruttive per chi ama questo gioco. L’online sicuramente è il mio principale campo d’azione, multitablare e multiroomare sono pane quotidiano ormai; il live e l’online sono come il calcio e il calcetto, due sport con le stesse regole ma che differiscono in tecnica e strategia. E come in tutti i campi credo che l’esperienza la faccia da padrona. Personalmente ne ho giocati troppo pochi per dire qualcosa in più 🙂”

Futuro che per un grinder online equivale a liquidità condivisa:

“Sono molto curioso di vedere i nuovi palinsesti e di sapere se effettivamente questo cambiamento porterà ad un aumento sensibile del traffico nel poker online. Se così sarà, ovviamente andrà modificato lo schedule e bisognerà continuare a studiare, ma nell’attesa giochiamo il solito palinsesto, coi reg di sempre 🙂”

Tra i regular italiani Saracino dice di stimarne diversi:

“Ci sono diversi regular che stimo, io gioco da appena un anno seriamente e ho più volte cambiato idea in merito a chi fossero i miei preferiti. Sicuramente nella lista non possono mancare ‘girex’, Camosci, Lando e ‘spera91’, il mio ex coach che ringrazio. Senza dubbio nella scuola milanese ci sono molti elementi validi, così come in quella veneta. E poi ci sono gli amici che stimo in real life oltre che per il giochino (ovvero Samuele, Gennaro, Andrea, Stefano, Fares, Peppe, Mark e Andrea)”.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari