Thursday, Jul. 7, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 19 Mar 2018

|

 

Alice ‘Favolosa’ Sicconi vince il Sunday Big 888poker: “Amo la matematica dei tornei, mi preparo per tornare a Las Vegas”

Alice ‘Favolosa’ Sicconi vince il Sunday Big 888poker: “Amo la matematica dei tornei, mi preparo per tornare a Las Vegas”

Area

Vuoi approfondire?

È cresciuta negli States ma ha imparato a giocare al poker alla texana qui da noi, in Italia.

Stiamo parlando di Alice ‘Favolosa88’ Sicconi, 26enne fresca vincitrice del Sunday Big di 888poker. Nel domenicale da 20mila euro garantiti Alice ha saputo sfruttare un interessante overlay.

L’abbiamo contattata allora poche ore dopo il suo shippo per farci raccontare tutto sul suo grinding e sulla sua storia personale. Abbiamo scoperto che Alice ama soprattutto i tornei, sia online che dal vivo. Ecco cosa ci racconta:

Gioco seriamente a poker da 5-6 anni. Un mio amico mi ha fatto conoscere il Texas Hold’em e me lo ha insegnato.

Ho giocato soprattutto online in questi anni ma ho anche iniziato a giocare dal vivo lo scorso anno alle ISOP, attirata dalla struttura dei loro tornei. Ogni tanto vado a Campione o in qualche circolo qui a Milano.

Comunque gioco principalmente tornei online, a buy-in compresi tra i 50 e i 100 euro. Ho un lavoro che mi permette orari flessibili e così posso giocare quasi tutte le sere, non solo nei weekend.

Grindo più che altro mtt su PokerStars ma ultimamente ho provato anche 888poker. Avevo quasi vinto un domenicale qualche settimana fa sulla room. Ieri ci ho riprovato un po’ per caso e mi è andata bene.

A metà torneo ho vinto un colpo importantissimo con 9-10 contro K-K floppando full house. Nell’heads up finale a un certo punto avevo solo 10 bui, eppure in qualche modo sono riuscita a recuperare e a vincere dopo un deal“.

 

 

Un bel colpo per Alice, che ha una grande passione per l’aspetto matematico del gioco: “Sono sempre stata brava in matematica. Ho studiato alla Bocconi e do lezioni private.

A dirla tutta la prima volta che ho giocato a poker avevo 13 anni con un gruppo scolastico. Non si giocava con i soldi ma con le caramelle. Io continuavo a vincere. Visto che non volevano darmi troppe caramelle per non farmi star male, mi hanno comprato una pizza“.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Insomma fin dagli inizi Alice prometteva bene. Poi si è applicata più seriamente e ha trovato qualche aiuto decisivo: “Il mio punto di riferimento nel poker è Enrico Mosca. L’ho conosciuto alle ISOP un anno fa, quando mi bustò al mio primo torneo dal vivo. In quella mano fu molto fortunato e inizialmente lo odiavo per questo. Avevo capito subito però che era un bravo giocatore.

Ultimamente sto finendo di leggere un libro che mi ha aiutato molto. Si tratta di ‘The Mental Game of Poker‘ del mental coach Jared Tendler“.

 

 

Alice adesso si darà da fare anche ai tavoli live: “Questo weekend forse torno alle ISOP che non sono riuscito a seguire finora in questa stagione.

Questa estate invece tornerò a Las Vegas. Ci sono già andata un paio di volte. La prima volta ero un’adolescente del liceo, non avevo ancora 21 anni e quindi non potevo giocare a nulla.

Ci sono andata come giocatrice per la prima volta lo scorso anno, verso la fine delle WSOP. Ho prenotato il volo poche ore prima e ho giocato solo qualche torneo minore. Diciamo che è stata più una vacanza.

Stavolta ci andrò nel mese di giugno e ci resterò per tre settimane. Giocherò il Ladies e qualche evento dal buy-in popolare sperando di poter vincere il mitico braccialetto delle World Series.

Sono abituata alla vita americana. Ho vissuto per 12 anni nel Connecticut, vicino a New York, quando ero piccola. Las Vegas è bella e particolare, anche se un po’ eccessiva a volte“.

Noi facciamo ovviamente i complimenti ad Alice e le auguriamo di prendersi qualche altra bella soddisfazione, che si tratti di un torneo online o di uno live.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari