Wednesday, Feb. 19, 2020

Poker Online

Scritto da:

|

il 10 Feb 2020

|

 

Quanto incidono le Series online nel bilancio di un grinder MTT? Il punto di Nicola Cappellesso

Quanto incidono le Series online nel bilancio di un grinder MTT? Il punto di Nicola Cappellesso

Area

Vuoi approfondire?

A giudicare dal termometro il mese di febbraio dovrebbe far registrare le temperature più basse dell’anno, ma per chi grinda i tornei online le cose stanno diversamente.

Dopo le Winter Series infatti, domenica 16 febbraio cominciano le Carnival Series e l’action ai tavoli si fa più calda che mai.

CLICCA QUI per dare uno sguardo al calendario completo 

Un’occasione imperdibile sia per i professionisti che per gli amatori, considerate le belle strutture e i prizepool davvero golosi dei tornei della serie di PokerStars.it dedicata al Carnevale.

Per l’occasione abbiamo pensato di fare qualche domanda a uno che di Series se ne intende parecchio, il grinder veneto Nicola Cappellesso, nel tentativo di capire quanto possano essere importanti nel bilancio annuale di un poker pro.

ROI alle stelle

Per i player italiani, che da anni attendono l’apertura del mercato nella speranza di unirsi a Spagna, Francia e Portogallo, le Series rappresentano una boccata d’aria fresca.

Centrare uno shot a quattro zeri sulle room ‘punto it’ capita una/due volta a settimana, non di più, mentre nel periodo delle Series l’occasione di fare il botto si presenta quasi ogni giorno.

Nicola Cappellesso ha l’abitudine di rispondere presente agli appuntamenti che contano – CLICCA QUI per ripercorrere la sua cavalcata al 250€ KO delle Winter Series – e il suo ROI alle Series è lì a dimostrarlo:

Diciamo che ultimamente le Series mi hanno portato bene, ma la verità è che sul ‘punto it’ è l’unico periodo in cui si possono vincere dei bei soldi.

Di norma gioco tre giorni a settimana, domenica, lunedì e giovedì, ma in periodo di Series cerco di non perdermi nemmeno un giorno.

Il mio ROI alle Series? Non sono uno che si mette a spulciare queste statistiche, sono più scemo di ciò che do a vedere  😂  – scherza Nicola – anche se è un dato di fatto che, anche per via di una run favorevole, sia riuscito ad arrivare in fondo a più di qualche evento.”

Series più facili sul in Italia?

La scorsa settimana abbiamo intervistato Andrea Sorrentino sulla situazione del poker online in Italia, mettendo in evidenza come la liquidità chiusa abbia anche i suoi lati positivi:

Inutile ripetere le stesse cose, che il ‘punto it’ sia una bolla a sé stante è un dato di fatto ed è fuori di dubbio che per questioni inerenti al field gli swing siano decisamente limitati rispetto al ‘com’. 

Dopo tanti anni devo ammettere di essermi un po’ stufato di giocare solo sull’it, ma allo stesso tempo non so se giocherei così tranquillamente sul ‘com’: sarebbe come se ci fossero le Series tutto l’anno e in quel caso gli swing, sia up che down, potrebbero essere importanti. 

Tanti reg in periodo di Series fanno dei bei bagni e potrebbe capitare benissimo anche a me…

Le buone, vecchie, abitudini

Giocare ogni giorno e farsi trovare pronti per  cogliere la palla al balzo potrebbe comportare uno stravolgimento della routine quotidiana, ma non è questo il caso di Nicola Cappellesso:

Alimentazione, orari differenti e attività fisica? No, la mia routine non cambia di una virgola, faccio sport regolarmente a prescindere dalle Series. 

Certo, quando si gioca per diversi giorni di fila lo stress è più alto, ma facendo questo lavoro da tanto tempo ho imparato a gestirmi nel migliore dei modi. Magari posso concedermi un giorno di pausa e giocare 6 su 7, ma oltre a questo non prendo nessun accorgimento particolare.”

Se vi siete persi la chiacchierata con Nicola di qualche mese fa sul ruolo della fortuna nel poker DATE UNO SGUARDO QUI

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari