Tuesday, Oct. 26, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 3 Mar 2020

|

 

Federico Petruzzelli racconta la vittoria del Main Event Carnival Series

Federico Petruzzelli racconta la vittoria del Main Event Carnival Series

Area

Vuoi approfondire?

Un abbraccio a moglie e figlia, una doccia, una uscita per fare colazione in famiglia e poi a nanna.

In ordine temporale è quello che ha fatto Federico Petruzzelli dopo la vittoria del Main Event Carnival Series arrivata stamani poco dopo le sette.

Al risveglio il giocatore siciliano ha risposto alle nostre domande sul bellissimo primo posto. Federico ci ha detto subito di aver giocato con un handicap:

“Durante il day2, diciamo da 30 left fino alla fine, ho preso due Oki perchè avevo un dolore di testa atroce”. Ecco il botta e risposta con lui via WhatsApp.

 

Qual è stata la mano più importante del torneo vinto?

E’ sicuramente quella arrivata all’inizio del final table. Da UTG+1 apre un 23x, da middle position io shovo 18x con A-Q, mi chiama con A-K e il board è A-6-6-9… Q river! Una donna che ha spostato veramente tanti soldi.

 

Qual è la mano che pensi di aver giocato meglio?

Un fold in heads-up su tribettato mio con due Assi. Su board K-7-3-7-3 check-chiamo flop, check-chiamo turn e check-foldo river dopo aver tankato tipo un mese e mezzo. A quanto pare ho foldato bene. In heads-up è stato un fold durissimo, te lo assicuro, anche contro quell’avversario che era un mossaiolo, infatti l’avevo trappato. Nel testa a testa lui a un certo punto era 4 a 1 di stack ma non ho voluto mollare di un centimetro, sentivo di potercela fare.

 

C’è stato un momento in cui hai pensato ‘questo torneo è mio’?

Sì, verso i 15 left quando ero nella top3 del chipcount. Non era tanto il discorso di essere top 3 quanto per il focus e la confidence che avevo, a un certo punto ho pensato che potesse essere il mio torneo: alla fine è andata bene.

 

Su quanti tavoli stavi giocando?

Avevo aperto un solo tavolo, non ho voluto far partire niente altro perchè dall’inizio del Day2 avevo voglia di fare bene a questo Main Event. Ho giocato con schermo bello grande, tavolo gigante, ascoltavo la mia musica, a un certo punto era un po’ come se stessi giocando live, che tra l’altro è il mio main game. E’ risaputo che preferisco giocare live piuttosto che online, anche se pure online i tornei come quello di stanotte mi danno una certa adrenalina.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

Come era il livello degli avversari al Tavolo Finale?

Molto variegato, c’erano un paio di giocatori molto molto bravi, altri discreti. Un paio di avversari erano parecchio mossaioli e uno che oltre a essere mossaiolo era anche skillato, aggro e skillato (ecco i grafici e le statistiche di tutti i Finalisti del Main Event Galactic Series).

 

Vista la formula a KO progressivo hai fatto qualche call un po’ tirato?

Non ho fatto spite particolarmente grossi a parte uno da big blind contro ‘zioermejo’ che ha shovato da bottone per 9x in cui ho chiamato con 9-Ts.

 

Come hai festeggiato la vittoria?

Ho abbracciato mia moglie e mia figlia, nessun altro modo particolare. Loro si sono svegliate che avevo vinto il torneo da poco, ho fatto una doccia rilassante perchè avevo i nervi abbastanza tesi e un mal di testa incredibile e poi siamo usciti a fare colazione. Quando siamo tornati a casa mi sono messo a dormire e mi sono svegliato adesso. Solitamente quando vinco online non facciamo grandi feste, quelle più che altro quando arriva una vittoria live.

 

Qual è il tuo plan pokeristico oggi?

Ultimamente online ho giocato davvero poco perchè il punto it non mi piace, tendo a giocare cash live in giro dove capita. Non ho grandi progetti pokeristici nel senso che quel che viene viene, ora non penso a WSOP, EPT… Quando mi sento di giocare scendo in campo, altrimenti niente. Sono invece pieno di progetti in real life, ho comprato casa da poco, tra un annetto ce la consegneranno.

 

Per finire una curiosità che ci hanno chiesto tanti: come mai su PokerStars non giochi più col tuo nick ‘FederikoPX’?

Non fu una mia richiesta, PokerStars ebbe un problema tecnico con le mie casse nel periodo in cui giocavo dot com e mi scrisse il supporto per informarmi che avrebbero chiuso l’account e che quindici giorni dopo ne avrei potuto aprire uno nuovo.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari