Wednesday, Apr. 21, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 19 Mar 2021

|

 

Due big shot alle Series in dieci giorni arrivando dai micro: il racconto di Silvio holdenpok84 Tedeschi

Due big shot alle Series in dieci giorni arrivando dai micro: il racconto di Silvio holdenpok84 Tedeschi

Area

Vuoi approfondire?

Tra i vincitori del palinsesto 30/30 PKO Series di PokerStars c’è anche Silvio Tedeschi. Lunedì notte, con il nickname ‘holdenpok84’, il barese ha primeggiato al Night On Stars in versione speciale mettendo alle spalle 3.384 entries.

Quella del 36enne potrebbe anche sembrare una vittoria tra le tante, se non fosse che neanche dieci giorni prima Silvio aveva messo in bacheca un titolo Carnival Series lasciando alle spalle 2.638 avversari al 30€ Deep Stack KO.

Per mettere la ciliegina sulla torta al doppio big shot, valso 7.600€ + 9.500€ tra taglie e payout, basti pensare che il ragazzo, che di lavoro fa il croupier sulle navi da crociera, secondo il sito di tracking Sharkscope gioca(va) tornei a buy-in medio 5€.

clicca per ingrandire

Sentiamo il racconto di Silvio, che di lavoro fa il croupier sulle navi da crociera. Ha iniziato a giocare a poker nel 2011 ma ha trovato un approccio più serio al gioco solo nel 2016, “quando ho acquistato il corso Varianza Zero di Mario Bucca che mi ha fatto un bel lavaggio di testa”.

 

Giocare rinchiusi in una nave da crociera

Per Silvio il poker online è stato sempre passione e divertimento, non un appuntamento costante. Dopo una lunga assenza dai tavoli, il suo ritorno al gioco è nato in una situazione particolare, rinchiuso in quarantena nella nave da crociera su cui stava lavorando:

“Ho ripreso a giocare a giugno dell’anno scorso, ho dovuto fare il lockdown nella nave e giocavo da cellulare. I primi giorni ho faticato un po’, poi ho fatto un secondo posto a una Series KO che c’era in quel periodo, a un torneo da 10€, e da lì ho ripreso definitivamente. Quando sono tornato a casa ho anche vinto due tornei. Oggi gioco cinque giorni a settimana, quando ci sono le Series qualcosa in più, ma a gennaio ho giocato davvero poco perché ho perso un caro amico. In questo momento nei confronti del poker ho un atteggiamento un po’ ambiguo: lo sto affrontando un po’ come se fosse un lavoro mentre per me è sempre stato una passione e un divertimento. Proprio prima di trovare questa doppietta mi stavo chiedendo se continuare o meno proprio perché mi ero reso conto che stava venendo meno la componente ludica”.

 

Quella gioia inaspettata

Poi è arrivata il primo big shot alle Carnival Series, del tutto inaspettato. Della doppietta è la vittoria che Silvio preferisce.

“Sicuramente la prima vittoria è quella che mi ha fatto gioire di più, è stata la vincita più grande in quel momento della mia carriera, davvero una bella botta: dopo l’ultimo showdown sono saltato in aria e ho gridato come un pazzo! Tra i due tornei il primo è stato quello col tavolo finale più difficile. Ho iniziato da secondo in chips, a poca distanza dal chipleader, ma avevo in posizione ‘sgrillex’ (il regular Matteo Sarais, ndr) che mi ha messo molto in difficoltà. Sicuramente in un paio di mani contro di lui ho fatto degli errori, ne ricordo una in particolare in cui flatto la sua apertura con coppia di dieci, chiamo su flop K high e foldo alla second barrel su turn J. Avrei dovuto chiamare, era in bluff. Al tavolo si notava che era di un’altra categoria”.

Oltre che da Sarais, l’approccio di ‘holdenpok84’ a quel tavolo è stato determinato dalla taglia che aveva accumulato:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Avevo una taglia pazzesca, quindi sapevo che gli avversari avrebbero giocato volentieri contro di me, molto più che nei tornei normali. Ho cercato di giocare per valore e bluffare meno perché sapevo che avrebbero chiamato con mani marginali per via della taglia.”

 

Coaching e level-up

Da un punto di vista strettamente pokeristico, questo doppio big shot porterà Silvio ad alzare il buy-in dei tornei, ma solamente di un po’:

“Ho già comprato un corso di coaching e alzato un po’ il buy-in medio, ma non di tantissimo anche perché sono lo stesso giocatore che ero prima di queste vincite, sul bankroll non si spewa: al gioco serve un approccio metodico, un passo alla volta. Infatti alle Series ho giocato solo qualche torneo da 30€, neanche tutti.”

Per il resto, chi vivrà vedrà:

“Non so se pensare di fare una carriera sul poker, adesso gioco alla giornata senza pensare al medio-lungo termine. Per divertimento mi piace anche giocare live quando capita. Ricordo che prima di partire sulle navi da crociera ero a fare il croupier in Inghilterra quando un casinò mi licenziò. Prima che trovassi di nuovo lavoro andai a giocare tipo sei giorni su quindici e feci quattro tavoli finali, il tipo della sala mi ripeteva che ero un regular… Va beh, erano tornei bassi ma il teatrino fu simpatico.”

 

Tanta voglia di viaggi e festeggiamenti

Silvio ha invece le idee chiare su come userà nella vita di tutti i giorni una parte del profitto del doppio big shot:

“Vorrei fare un viaggio. Prima di tutto questo avevo una vita frenetica mentre adesso c’è davvero poco da fare, poco da divertirsi, poco da girare. Sentivo un feeling abbastanza brutto e quindi sì, penso che farò un viaggio, non ho ancora prenotato ma è così che voglio usare una parte della vincita, non ho altre grosse cose che vorrei fare.”

Prima di partire, però, vuole festeggiare dignitosamente:

“Siccome non si può andare fuori abbiamo ordinato il pranzo a casa coi parenti, che in questo momento dà un po’ di sollievo se lo vuoi chiamare così. Non potendo andare fuori era l’unico modo di avere un mezzo festeggiamento, quando sarà di nuovo possibile farlo festeggeremo a dovere.  Lasciami ringraziare Mario Bucca che mi ha ‘iniziato’ al modo di giocare che ho oggi, se gioco come faccio oggi lo devo a lui e al suo corso.”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari