Tuesday, May. 24, 2022

Poker Online

Scritto da:

|

il 26 Gen 2022

|

 

Addio mtt, benvenuto cash game: Eugenio eugol93 Sanchioni racconta il cambio di specialità

Addio mtt, benvenuto cash game: Eugenio eugol93 Sanchioni racconta il cambio di specialità

Area

Vuoi approfondire?

Per anni è stato uno dei più temuti torneisti del field italiano, di cui tra l’altro nel 2020 è stato il numero uno.

Poco dopo aver raggiunto la vetta Eugenio ‘eugol93’ Sanchioni ha deciso di mettere gli mtt da parte per dedicarsi al cash game.

Una decisione, ci ha spiegato Eugenio, dovuta a più fattori. I frutti non hanno tardato ad arrivare: ecco il racconto del giocatore marchigiano.

 

Nuovi stimoli

Per iniziare Sanchioni spiega che il suo switch ai tavoli cash game ancora non si può definire completato del tutto:

“Avevo programmato di dedicarmi a tempo pieno al cash game alla fine delle Winter Series, poi sono usciti questi tornei Winter Series After Party e ho posticipato.  A partire dalla prossima settimana sarò completamente focused sul cash game. Delle MicroMillions al più giocherò il Main Event, ma credo che anche da regular cash continuerò a partecipare ai più importanti tornei online del panorama italiano in cerca dello shot”.

Di sicuro Eugenio non è più un regular mtt visto l’esiguo numero di tornei giocati nell’ultimo anno:

“Dopo aver fatto un 2020 da Dio mi sono trovato un po’ annoiato e con pochi stimoli. Il palinsesto non offre più grossi tornei, ce ne saranno al massimo quattro a settimana in cui puoi vincere bene ma se non runni bene in quelli e nelle varie Series non puoi avere ottimi risultati. In tutto il 2021 avrò giocato al massimo 1.200 tornei”.

Da qui la decisione di buttarsi sul cash game:

“Ho iniziato a maggio, durante la giornata avevo tanti momenti morti e mi sono detto che piuttosto che stare senza fare niente potevo occupare il mio tempo imparando qualcos’altro”.

 

Level-up e field

I primi passi al NL50 di Eugenio sono stati seguiti nel giro di poco da un doppio level-up:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Sono partito dal NL50, poi sono salito al NL100 e quando ho visto che battevo il livello sono arrivato al NL200. Adesso grindo questi ultimi due livelli in pianta stabile. A ogni level-up ho aspettato di ambientarmi sui nuovi range e le nuove strategie. Da maggio a dicembre ho giocato trecentomila mani per un winrate di 8bb/100 al NL50 e 6bb/100 al NL100. Al NL200 ancora non ho un campione di mani sufficiente.”

Il processo di adattamento al field, spiega Eugenio, non è stato dei più complessi:

“Al Nl200 ci stanno i regular forti davvero, anche perché ogni tanto scendono quelli dei livelli più alti, sono clienti che quando li vedi puoi pure mettere una ‘X’ sul tavolo. Però ci sono anche molti regular che vivono grazie alle promo, che ai tavoli vanno in pari o si muovono in negativo di uno o due bb/100: loro non mettono in grossa difficoltà”.

Il coach e l’importanza della organizzazione

Per addentrarsi al meglio nel mondo del cash game Eugenio ha deciso di avvalersi di un coach:

“Ho preso Valerio ‘sconquasso99’ Gianni e posso dire che da subito mi ha aperto un mondo, ha cambiato completamente il mio approccio sia al gioco che allo studio e questa è stata la parte davvero fondamentale. Diciamoci la verità, i regular mtt dal punto di vista della organizzazione dello studio di solito sono un po’ scarsi, non hanno un programma preciso e sanno usare poco i software di analisi e supporto.”

Per Eugenio, però, i tornei di poker restano una specialità più difficile del cash game:

“I tornei sono più difficili perché gli spot possono essere molto diversi l’uno dall’altro, ci sono molte più variabili. A cash game se studi in modo approfondito uno spot con stack da 100bb la precisa situazione di gioco sarà più o meno sempre quella, nei tornei invece cambia tutto a seconda degli stack, ci sono implicazioni ICM e così via…”

 

Crediti immagine: PokerXFactor

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari