Saturday, Aug. 17, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 6 Apr 2012

|

 

“IwasKMutu” si racconta: da “KokainMutu” al Team Online PokerStars

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

“IwasKMutu” si racconta: da “KokainMutu” al Team Online PokerStars

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

E’ ufficiale: “IwasKMutu“, il nuovo nickname di Christian Favale, precedentemente noto come “KokainMutu“, è entrato a far parte del Team Online di PokerStars. Un acquisto importante e meritocratico, per il player che ha avuto il percorso pokeristico più strabiliante dall’avvento del Cash Game in poi.

Lo abbiamo immediatamente contattato, innanzitutto per congratularci con lui, e per farci raccontare, direttamente dalle sue parole, tutti i dettagli di questa nuova avventura nel Team Online PokerStars. Leggiamo insieme le sue risposte!

Ciao Christian, bentornato su ItaliaPokerClub, per la prima volta in veste di “picca rossa”. Iniziamo dalla domanda più classica di tutte: sei soddisfatto di questa sponsorizzazione?

Beh ovviamente sono molto soddisfatto! Io sono un giocatore relativamente nuovo nel mondo del poker .it e riuscire ad entrare in cosi poco tempo nel team più prestigioso al mondo è un traguardo che va al di là di qualsiasi aspettativa. Mi è stato dato un grande privilegio… e non è tanto il poter rappresentare questa grande azienda, ma è soprattutto il privilegio di avere avuto una soddsfazione concreta, cosa che per chi grinda cash tutti i giorni è impossibile da vivere.

E infatti, spesso il contratto arriva a chi gioca MTT Live. Anche se altri membri del Team Pro ora giocano Cash Game, la tua sponsorizzazione è la prima a venire direttamente da questa specialità… sei un pioniere!

Sì, più o meno un pioniere! 🙂 Sicuramente l’avvento e il successo del Cash Game in Italia è stato un evento che ha in qualche modo cambiato certi valori nel mondo del poker, per cui era inevitabile che prima o poi venisse scelto qualche specialista di questa disciplina. Sicuramente aver conseguito lo status di Supernova Elite in così poco tempo ha aiutato a mettermi in luce. Farlo anche con un discreto profitto probabilmente è stato il fattore che ha giocato di più a mio favore.

Il confronto che viene quasi obbligato è quello con Randy “Nanonoko” Lew, tuo collega nel Team Online di PokerStars.com. La sua figura ti ha influenzato nel percorso fatto l’anno scorso?

Io ho sempre fatto fatica a darmi dei limiti, ho sempre pensato che per fare una cosa, per quanto assurda o complicata potesse essere, sarebbe stato sufficiente…”farla”! Sapere che esisteva qualcuno che era in grado di giocare 24 tavoli contemporaneamente con grande profitto è stato, anche se solo inconsciamente, un semaforo verde per i miei tentativi. Per il resto il paragone non può sussistere: quello che fa lui ai mid/high stakes del .com è infinitamente più complesso.

Come sono cambiati i tuoi piani dal 2011 al 2012? Hai intenzione di tenere gli stessi ritmi dell’anno passato?

Sto giocando abbastanza: chiaramente non ho i ritmi folli e poco salutari del 2011, ma ho già messo da parte quasi 400.000 mani da inizio anno. Ho fatto level up stabile tra il nl200 e il nl400, il livello è più alto, l’incidenza della rake è inferiore, per cui non avrebbe molto senso puntare unicamente sulla quantità. La ricerca della qualità del gioco è stato poi lo stimolo che mi ha permesso di grindare anche nel 2012 con molto entusiasmo. Non ho pianificato una data specifica per la riconferma dello status Supernova Elite, ma il mio obiettivo annuale sarà raggiungere 1,5 M o 1,75 M di VPP: quale tra le due dipenderà da vari fattori, tra cui anche la portata dei nuovi impegni da membro del Team Online.

Ora chiaramente le mie attività inerenti al poker saranno più sfaccettate, e non riguarderanno unicamente il poker giocato. Farò anche qualche torneo live in Italia.

Ultima domanda: si è creato un po’ di scompiglio tra i regular di Cash Game su PokerStars (tra cui la tua neo-collega Giada “CatSniper84” Fang), per il tuo cambio improvviso di nickname che è avvenuto qualche giorno fa, prima dell’annuncio della tua entrata nel Team Online.

Il cambio del nick è stato necessario per ovvi motivi che non è necessario spiegare. I processi che portano ad un’operazione del genere erano oscuri a tutti, Pokerstars compresa. Per cui era per tutti la prima volta, e ci siamo trovati di fronte a risvolti inaspettati che ci hanno preso in contropiede. Come in ogni prima volta le cose non si gesticono nella maniera perfetta; si poteva fare meglio, ma sicuramente verrà fatto meglio quando si presenterà una criticità simile in futuro.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari