Thursday, Dec. 3, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 8 Giu 2013

|

 

Cunningham rimane a un passo dal sesto braccialetto, secondo posto al Pot Limit

Cunningham rimane a un passo dal sesto braccialetto, secondo posto al Pot Limit

Area

Vuoi approfondire?

Allen Cunningham non è riuscito a vincere il suo sesto braccialetto nonostante abbia dominato sin dalle prime mani il Final Table. A vincere è stato Lev Rofman, protagonista di una bellissima rimonta nell’heads-up, dove è arrivato con 710.000 fiches per 1.700.000 di Cunningham. Il vincitore di cinque braccialetti dovrà accontentarsi stavolta del secondo posto e di 102.819$.

Il Final Table iniziava seguendo il copione scritto nel chipcount, con Eric Crain che da chipleader eliminava il giocatore più short, Jean-Nicolas Fortin. Crain perdeva comunque subito la chiplead raddoppiando Harb per ben due volte. Prima in un colpo praticamente imparabile, in cui i suoi JJ che nulla potevano contro gli assi di Harb. Una mano che si sarebbe ripetuta qualche minuto dopo, con Harb ancora con gli assi e Crain con una coppia di 5 che lo mandava alle ultime posizioni dei giocatori rimasti. La stessa coppia che faceva finire la sua avventura proprio contra Cunningham, il cui AQ aveva la meglio. Il gioco in cinque è durato parecchio, per poi rimanere nel giro di pochi minuti con solo tre giocatori: Cunningham, Rofman e  Jaspal Brar, che finiva in terza posizione dopo che i suoi assi non fossero così buoni come pensasse su un flop dove Cunningham aveva top two pair. A questo punto la grande rimonta di Rofman contro uno dei più grandi di sempre, dunque un’impresa che ben vale un braccialetto e 166.136$. Ecco il payout finale:

1 Lev Rofman $166,136
2 Allen Cunningham $102,819
3 Jaspal Brar $68,332
4 Kenneth Shelton $50,709
5 Anthony Harb $38,055
6 Eric Crain $28,839
7 Nicolas Halvorson $22,050
8 Timothy Reilly $16,994
9 Jean-Nicolas Fortin $13,195

 

Evento 14, No Limit Hold’em, 1.500$, Day2

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Secondo itm per Andrea Vezzani in queste WSOP, che finisce 107º per un premio di 3.339$. Un Day2 maratoniano dove cadono tutti i grandi pro che erano rimasti in lizza. L’ultimo a dire addio al braccialetto è Erick Lindgren, 19º per un premio di 13.260$. Lindgren, rimasto short manda le ultime fiches in three-bet da small blind con JT, ma si trova dominato da Jonathan Taylor che gira KJ e vince il piatto.

Oggi andranno avanti fino alla fine i 14 giocatori rimasti, che lotteranno per i 454.424$ destinati al vincitore. A comandare la classifica è lo statunitense Hiran Patel, che dopo diversi itm nelle WSOP tenterà di allacciarsi il primo braccialetto della sua carriera. Ecco il chipcount dei giocatori che sono arrivati fino al Day3:

WSOPEv14Day3

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari