Sunday, Aug. 9, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 26 Giu 2013

|

 

Agli italiani piaccioni i bui: tutti fuori nell’Ante Only!

Agli italiani piaccioni i bui: tutti fuori nell’Ante Only!

Area

Vuoi approfondire?

Ieri sera è partito uno dei tornei più particolari di queste WSOP: l’Evento 45 Ante Only No Limit Hold’em, 1.500$. Fra i 678 giocatori iscritti tanti italiani ma purtroppo nessuno che riesca a rimanere in gioco alla fine di questo Day1. Non ci sarà quindi nessun player azzurro a combattere per un braccialetto che vale 201.399$.

La struttura di questo torneo è molto interessante: non essendoci i bui, c’è solo un ante per tutti i giocatori e un “bring in” per quelli che vogliono entrare nella mano limpando. Questo importo si mantiene uguale per diversi livelli mentre è l’ante ad aumentare. Per esempio: il primo livello è “Ante 25, Bring-in 25”, mentre il sesto è “Ante 75, Bring-in 25” ma addirittura abbiamo un livello quattordicesimo dove l’ante è di 1.200 per un bring-in di appena 1.000 fiches.

Nella pratica tutto questo significa che più che un ante quello che si paga ogni mano è un buio e che uno non può aspettare molto ad avere una mano per entrare in gioco perché altrimenti lo stack viene eroso nel giro di poche orbite di gioco. Un torneo dunque fatto da tanta aggressività e tante mani che non si giocherebbero mai in un evento “normale”.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

I primi italini a essere eliminati sono stati Rocco Palumbo e il pro di PokerYes Massimo “MaxShark” Mosele. Il migliore dei nostri a quel punto era Alessandro “Jandro” Sarro, che a metà giornata ne aveva quasi quattro volte lo stack iniziale con 15.000 fiches. Messi piuttosto male rimanevano il pro di Glaming Andrea Dato, Dario Sammartino (insieme nello stesso tavolo) e Luca Falaschi che veniva eliminato così: “Sono a un terzo dell’average e aspetto il primo spot buono per cercare il raddoppio: spillo 66 e vasco su raise e push di uno short, chiama anche original raiser. Mi ritrovo contro AT e K9, un asso al flop mi elimina!“.

Un vero peccato soprattutto perché nonostante sia un torneo diverso il field è molto interessante. Basta dare un’occhiata ai primi classificati del Day1, dove possiamo trovare sia Chris Moorman da chipleader che Allen Cunningham in 12ª posizione. In gara ancora 71 giocatori, tutti a premio.WSOPEv45Day2

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari