Saturday, Feb. 27, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 28 Giu 2013

|

 

Bernard Tapie: dall’acquisto di Full Tilt all’accusa di “frode organizzata”!

Bernard Tapie: dall’acquisto di Full Tilt all’accusa di “frode organizzata”!

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Nel mondo pokeristico, Bernard Tapie aveva conquistato la notorietà con la scalata a Full Tilt Poker, storia terminata, come tutti sappiamo, con il soprasso di PokerStars ai danni del gruppo francese.

Dopo il fallimento della trattativa, l’imprenditore ha ideato il nuovo circuito chiamato ISPT (International Stadiums Poker Tour) con la prima tappa che si è disputata a maggio al Wembley Stadium.

Ma il suo background non è dei migliori: ex presidente dell’Olympique Marsiglia ed ex proprietario dell’Adidas, in passato aveva già affrontato delle accuse giudiziare, ma, come raccontato dal Le Monde, Tapie è stato nuovamente arrestato con l’accusa di “frode organizzata”.

I fatti risalgono al 2008 quando Tapie intascò una somma di 400 milioni di euro dopo l’arbitrato con la banca Credit Lyonnais: sembra che l’imprenditore fu favorito da Christine Lagarde, all’epoca Ministro dell’Economia del Governo Sarkozy, che intervenne nella disputa fra Tapie e la banca.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

I giudici affermano che Lagarde, in qualità di Ministro, non curò gli interessi dello Stato, accettando un compromesso per niente favorevole: l’arbitrato si chiuse infatti con la condanna dell’ente che gestiva il debito della banca con il pagamento di 285 milioni di euro a Tapie che, con gli interessi, raggiunse una cifra di 400 milioni.

Secondo le ricostruzioni fatte sempre dal Le Monde, sembra che l’arbitrato sia stato truccato in quanto vi era già un accordo segreto tra Tapie e Lagarde.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari