Saturday, Oct. 23, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 11 Lug 2013

|

 

Dario Alioto: “Il poker cinese? Non mi piace per nulla!”

Dario Alioto: “Il poker cinese? Non mi piace per nulla!”

Area

Vuoi approfondire?

Siamo in Pavillion Room, durante una pausa, con Dario Alioto, e di fianco a noi c’è un tavolo cash game di poker cinese open-face, la “moda” del momento.

Al Rio sono decine i tavoli di questa nuova specialità aperti, e arrivano fino a cifre folli, centinaia di dollari al punto. A questo tavolo, in particolare, c’è anche un campione come George Lind, che l’anno scorso fece il record di iscrizioni alle WSOP 2012, giocando più di cinquanta eventi nel corso della serie.

“Non mi piace per nulla il poker cinese” sentenzia Alioto.

Come mai un esperto di varianti come lui ha questa opinione del “gioco del momento”?

“Non è una vera e propria forma di poker, è un gioco diverso che mantiene in comune solo l’ordine delle mani – spiega il Pro di Sisal Poker – e in quanto tale, non essendoci giri di puntata, strategicamente è diversissimo dal poker. Non è ancora stato esplorato, chi lo gioca molto spesso sta iniziando ora ad avere un’idea ben precisa della strategia da adottare.”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.
poker-cinese

Una mano di poker cinese dal vivo

Eppure la moda impazza, e girando per i tavoli delle WSOP si vedono molti player impegnati in partite di poker cinese su tablet o smartphone. “Ecco, secondo me ce ne sono tanti che esagerano! Voglio dire, anche io ho qualche giochino sul cellulare per i momenti di noia nei tornei, ma cerco di mantenermi sempre concentrato sul tavolo.”

“Ho visto molti player, anche famosi, troppo impegnati nella partita di poker cinese sull’iPad, anzi nelle partite, dato che se ne possono “multitablare” anche decine. Spesso si giocano anche tanti soldi in questi match, e va a finire che poi sono più concentrati su quelli che sull’evento delle WSOP che stanno giocando, buttano via il torneo facendo una giocata stupida perché non ci sono con la testa. L’ho visto succedere tanto quest’anno… meglio per gli altri, me compreso!”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari