Sunday, Sep. 27, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 4 Ott 2013

|

 

Come reagiscono i poker pro di fronte ad una bad beat colossale?

Come reagiscono i poker pro di fronte ad una bad beat colossale?

Area

Vuoi approfondire?

Martedì mattina, come immagino molti di voi che state leggendo, ero “sintonizzato” sul tavolo finale del Main Event WCOOP sia per tifare Giuseppe “1M.BanKroLL” Polichetti sia per vedere le dinamiche di gioco adrenaliniche e tecniche di un torneo tanto prestigioso. I protagonisti, dopo infinite ore di gioco e poker estremamente impegnativo da giocare, arrivano 5 left con un payout che, da lì in avanti, diventava verticale neanche fosse la vetta dell’Everest.

Azione continua, raise e 3-bet a raffica, ho l’impressione che nessuno di loro abbia poi troppa paura di giocarsi il braccialetto ed i soldi, tanti, senza deal. Poi arriva “la mano”: raise da cut off, 3-bet da small blind, 4-bet cut off… nel frattempo, vedendo il loro stile di gioco iper-aggro, pensavo “Chi sarà vero questa volta?”. Lo erano entrambi. Finiscono ai resti mettendo pila dopo pila in mezzo e girano AA vs AA. Non vi descrivo lo showdown, riesce a commentarsi da solo, in questo modo:

wcoop-AA

Il più doloroso dei river per il canadese “alexandrapau”: un colore di oppo che, almeno, gli toglie circa 200,000$ di premio. Sorride solo il nostro Polichetti che, da short, mette in tasca quel “bonus extra” inaspettato. Ho immaginato le reazioni del povero canadese… tentativo vano. Non so cosa, sinceramente, si possa provare di fronte ad uno showdown del genere, in un torneo del genere.

Ho cercato quindi, data la mia nulla esperienza pokeristica a certi livelli, di chiedere ad alcuni professionisti italiani come avrebbero reagito di fronte a questa bad beat colossale.

Iniziamo con Eros Nastasi, forte regular di mtt, capace anche, nel gennaio 2011, di vincere la picca dell’IPT di Campione d’Italia.

Ciao Eros! Come reagiresti, immedesimandoti nel canadese, al final table del Main Event WCOOP, dopo uno showdown tanto “violento”?

Reagire è una parola grossa, chiunque fosse dietro quel computer, quel mouse e quel monitor, non penso fosse il primo torneo giocato o che non avesse mai subito bad beat. Se fa questo per professione sa che quella subita è una sick hand, sicuramente cambierà il suo umore per un bel po’, magari un paio di giorni o forse anche mesi. Sarà in grado, però, così abituato al giochino, subendo quotidiane bad beat, di digerire anche quelle più grosse e brutte, come questa. E’ necessario che passino in fretta, perché dobbiamo avere, noi professionisti, quanto prima possibile, la mente libera per aprire il prossimo mtt,  giocando sempre un A-game.

Cosa faresti, dunque, nell’immediato per scacciare un inevitabile tilt?

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Cercherei qualcosa in grado di farmi star bene, qualcosa che possa farmi ritrovare il sorriso. Un esempio? Uscire con amici non pokeristi, qualcuno che del gioco non ne capisca proprio nulla, in modo da non potertene parlare. Farà male quanto vuoi, ma son cose che si devono assolutamente superare in fretta!

Anche Antonio Bernaudo, da grinder di mtt online nonché rispettato player di tornei live, ha l’esperienza giusta per parlare di queste sanguinose bad beat.

Antonio, da mtter quale sei, quali reazioni si possono avere di fronte ad uno showdown simile, 5 left, al Main Event WCOOP?

Diciamo che posso solo provare ad immaginare, visto che non so cosa si provi a giocare per un payout del genere. E’ vero che il buon canadese ha vinto 400,000$ e rotti, ma é pur vero che questo colpo sposta infinita EV.

Premesso questo, credo che, a prescindere dai soldi, quando arrivi ad un final table del genere la voglia di vincere e fare bene, dato il field, sia il sogno di tutti. Magari il canadese avrà espresso un gioco impeccabile e dopo questo cooler avrà poco da recriminare a sé stesso, ma credo che il tilt abbia raggiunto i massimi storici per lui.

Cosa farebbe un Bernaudo, dopo uno shock simile, per scacciare il tilt estremo?

Il Bernaudo abituato a giocare sul “.it” per i primi 10 minuti si strapperebbe uno ad uno quei pochi capelli che gli sono rimasti per il colpo perso, soprattutto per lo scalino da 100,000$ “sciacallato” dall’italiano che aveva uno stack davvero esiguo. Poi si lascerebbe andare aprendo la cassa per vedere il saldo: 400,000$ sono sempre un’ottima medicina per guarire dal tilt! Quando arrivi 5 left ad un evento del genere, credo che il prizepool lo lasci là buono in un angolo e la tua unica preoccupazione sia quella di esprimere il miglior gioco.Pensi solo a far bene ed entrare nella storia con un successo prestigioso, quindi l’amaro in bocca, nonostante i soldi vinti, deve essere comunque molto amaro…

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari