Wednesday, Aug. 10, 2022

Poker Online

Scritto da:

|

il 29 Gen 2014

|

 

Stefano “Easylimp” Terziani trionfa nell’evento 27 TCOOP di Pokerstars.com!

Stefano “Easylimp” Terziani trionfa nell’evento 27 TCOOP di Pokerstars.com!

Area

Vuoi approfondire?

Mancano appena quattro giorni all’inizio dell’attesissimo TCOOP su Pokerstars.it.

La manifestazione, che avrà in programma ben 20 eventi, tutti in modalità turbo, è invece già iniziata sul punto com della room della picca, e nella nottata di ieri ha avuto un grande protagonista italiano: Stefano Terziani. Il fiorentino doc, “emigrato” a Londra da soli due mesi, si è imposto nell’evento numero 27 portandosi a casa ben 50.000 dollari e l’ambito braccialetto.

Lo abbiamo raggiunto nel pomeriggio di oggi per chiedergli le sensazioni dopo un successo di questa portata:

“E’ una grandissima soddisfazione. Aver vinto un torneo con infiniti players come questo, in una poker room competitiva come Pokerstars.com, è davvero un bel traguardo. Gioco sul .com da novembre e ho già vinto tornei importanti come il Daily Big da 162$, ma quello di ieri è sicuramente il successo quello più prestigioso, pur essendo sempre un torneo turbo…”

Il torneo shippato da Stefano – un 24.55$ + 2.55$ – ha fatto registrare ben 5.500 players, con un aggiunta di 11.000 rebuy e 4.000 add-on.

“Nella prima ora di gioco, periodo in cui erano consentiti i rebuy, ho cercato di raddoppiare subito lo stack prendendomi anche tanti rischi. Una volta terminata questa fase – spiega Stefano – ho iniziato a giocare sul “serio”. Essendo un turbo ho giocato prevalentemente preflop, dove l’average e’ stata di 12 -13 bui per quasi tutto il torneo. Ho cercato di aprire tanto in late stage, aggredire negli spot giusti e chiamare non molto light in modo da fare chip uncontested quando lo stack me lo consentiva.”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Il torneo di “Easylimp” – questo il nickname di Stefano su Pokerstars.com – è stato comunque sempre in discesa:

“Dagli 800 left fino al final table sono stato sempre top 10 nel chip count. Per arrivare in fondo con così tanti players penso serva un’ottima conoscenza del gioco in modalità turbo, ma senza dubbio serve un ‘ottima run… e devo ammettere che ho vinto diversi all-in preflop! Al Final table sono arrivato da terzo in chips, l’average era circa 11bb ed io ne avevo 20. C’erano diversi short e avevo il chipleader molto aggressivo in posizione su di me. Ho quindi aspettato che uscissero 2-3 short. A 6 left ero sempre terzo in chips e vista la struttura abbiamo optato per un deal. Una volta trovato l’accordo è calata molto la tensione: gli atri players hanno iniziato a pushare light ed io ne ho approfittato.”

Così come tanti altri grinders italiani all’estero, Stefano conferma di aver trovato parecchie differenze tra il gioco online targato punto it e quello che va quotidianamente di scena nelle poker room estere:

“E’ un gioco molto diverso: i players aggrano molto di più e quindi cambiano un po’ tutti i range. I tornei sono quasi tutti con un field medio con più di 1.000/2.000 iscritti quindi la varianza può essere veramente assassina. Serve quindi sicuramente un bankroll management diverso da quello che si può adottare sul punto it”.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari