Wednesday, Feb. 21, 2024

Poker Live

Scritto da:

|

il 20 Feb 2014

|

 

La Questura di Treviso sdogana il poker live: quasi pronto il nuovo regolamento per giocare nei circoli

La Questura di Treviso sdogana il poker live: quasi pronto il nuovo regolamento per giocare nei circoli

Area

Vuoi approfondire?

Dopo la sentenza del tribunale di Pesaro che ha recentemente dichiarato “non illecito” il poker dal vivo in formula torneo, arrivano altre buone nuove per quanto concerne il poker live nel nostro Paese.

Come rivelato dall’agenzia di stampa AGIMEG, la questura di Treviso, proprio sull’impronta delle quattro pagine che hanno assolto Giuseppe Profeta, sta vagliando un nuovo regolamento per rendere possibile il Texas Hold’em nei circoli.

A giorni verranno infatti rese note le modalità che garantiranno lo svolgimento di un regolare torneo. Prerogative fondamentali del nuovo corso saranno le seguenti:

  • Buy-in massimo 50 euro
  • Un torneo al giorno sempre e comunque freezeout (senza possibilità di re-entry, rebuy e add-on)
  • Niente vincite in denaro, ma solamente premi fisici (cellulari, tablet e vari…)

Il punto che sembra sollevare maggiori perplessità è sicuramente l’ultimo dei tre. Ad oggi la legge vuole che solamente i monopoli di Stato possano erogare vincite in contanti. I gestori dei circoli stanno però provando a spiegare le proprie ragioni “pressando” la questura anche in virtù della sentenza che la Corte di Cassazione ha emesso circa due anni fa e che sottolinea a chiare lettere come il poker sportivo non costituisca in alcun modo reato.

Tra gli altri punti focali analizzati nel nuovo regolamento pare sia stato posto anche un limite al numero di iscritti per ogni torneo: non potranno essere più di 60 a sera i giocatori che parteciperanno all’evento in programma. Motivazione? Ordine pubblico e sicurezza: la sala da gioco deve sempre poter garantire il totale controllo della situazione.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Ad ogni modo, una volta redatto e pubblicato, la Questura dovrà comunicare il nuovo ordine a tutti i Comuni interessati, che a loro volta lo faranno pervenire ai locali pubblici del proprio territorio.  Se tutto andrà a buon fine, tutto sarà chiuso entro un mese.

In città, però, si è già mosso qualcosa: Danilo Cietto, gestore della sala “Fair Play” di Treviso, forte di una passata sentenza che lo ha scagionato in ogni punto, ha già dato il via alle “danze”. Cietto ha pensato subito a un’escamotage per evitare eventuali problemi futuri: i premi in palio al “Fair Play” sono ticket per tornei di rilievo come il WPT Carnival di Venezia da 990 euro di buy-in.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari