Thursday, May. 26, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 14 Mag 2014

|

 

Ancora un caso di furto di chips: sorpreso il chipleader di un evento a Chicago!

Ancora un caso di furto di chips: sorpreso il chipleader di un evento a Chicago!

Area

Vuoi approfondire?

Potrebbe essere esploso, poche ore fa, un nuovo caso di furto di chips dal tavolo da gioco. Il luogo del misfatto è  l’Horseshoe Casino di Chicago dove si sta svolgendo il nono evento del circuito Chicago Poker Classic.

La notizia arriva direttamente dal profilo Twitter di Gillian Epp, giocatrice facente parte del Team Pro della piattaforma Ivey Poker, che ha fatto sapere che la polizia ha fatto irruzione nella sala dell’Horseshoe, dove è stato sorpreso il chipleader dell’evento in corso con un ammontare di circa 6mila chips in una manica”.

Come si legge in uno dei ‘cinguettii’ della Epp, il giocatore sorpreso dalle forze dell’ordine non avrebbe avuto intenzione di rubare le chips dal tavolo per sfruttarle in un successivo momento del torneo, ma la polizia ha deciso di interdire subito l’uomo da tutte le proprietà gestite dalla Ceasar, tra le quali spicca anche l’Horseshoe Casino della metropoli dell’Illinois.

Non è ancora dato sapere se il giocatore, la cui identità è ovviamente rimasta ignota all’opinione pubblica, avesse sottratto queste chips per portarle a casa come souvenir di questa bella esperienza, come già fece Chad Pelton. Ma sicuramente ha scelto il timing sbagliato ed è stato giustamente allontanato sia dal torneo che dai circuiti dei casino di marca Ceasar.

Ricordiamo che l’evento 9 del Chicago Poker Classic è un torneo da 250 dollari di buy-in, con un montepremi garantito di ben 250mila dollari e un primo premio rappresentato da un’automobile o da 25mila dollari cash.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

L’evento premia anche i cosiddetti “vincitori intermedi”: i chipleader di ciascuno dei cinque Day1 in programma, infatti, guadagnano anche un posto al Main Event delle World Series of Poker e un assegno da 2mila dollari, mentre il secondo e il terzo classificato di ogni giornata di gioco ricevono un assegno da 5mila dollari.

Per buona pace dello sventurato chipleader, che ha sicuramente sprecato una ghiotta occasione per approdare alle WSOP di Las Vegas, o magari puntare alla conquista dell’automobile, e che invece si ritrova ora senza la possibilità di giocare dal vivo in California come in molte altre parti degli Stati Uniti…

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari