Thursday, Jul. 7, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 2 Set 2014

|

 

“Il poker live è più difficile dell’online, ma porta più soldi!” La massima di Phil Ivey in un video di strategia

“Il poker live è più difficile dell’online, ma porta più soldi!” La massima di Phil Ivey in un video di strategia

Area

Due dei migliori giocatori al mondo, Phil Ivey e Patrick Antonius, si sono cimentati in un’intervista doppia, condotta da Joe McGowan e apparsa sulla pagina ufficiale di IveyLeague.com, il sito di poker strategy fondato proprio dal californiano.

Nel video i due top player parlano di strategia e a un certo punto Phil Ivey se ne esce con una massima destinata a far discutere. Secondo ‘King Phil’, infatti, il gioco live è molto più complicato, ma anche proficuo, del gioco online.

Per Ivey la maggiore difficoltà del gioco live sta nel dover osservare ogni momento cosa fanno gli avversari: crearsi una history e seguire con attenzione tutto quello che accade al tavolo anche quando non si è in gioco, secondo Phil, è fondamentale per poter essere vincenti nelle partite dal vivo.

Lo sforzo mentale sarebbe dunque maggiore dell’online, visto che cercare e annotare mentalmente size, carte ed eventuali tells degli avversari non dovrebbe lasciare neanche un secondo di pausa.

Nel resto del video Ivey spiega come studiare il poker lontano dai tavoli significhi soprattutto studiare sé stessi e come poter migliorare i propri punti deboli: lo stile di gioco nelle singole mani o nell’intero torneo, dunque, è al centro dei pensieri del giocatore californiano che in fase di review preferisce concentrarsi sui propri thinking process.

Patrick Antonius conferma le parole del collega e sostiene che dai propri errori si può imparare per diventare dei giocatori migliori. Per il finlandese è fondamentale essere concentrati e mentalmente sereni sul momento, a prescindere dagli studi su libri e manuali. Antonius sottolinea come la capacità di lettura degli avversari permetta di giocare al meglio ogni singola mano.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Un altro punto su cui i due player si trovano d’accordo riguarda il cosiddetto A-game: sia per Ivey che per Antonius, infatti, è importante prendere sempre le decisioni giuste per avere degli ottimi risultati nel medio-lungo periodo, con il finnico che sottolinea come molti giocatori si limitino a guardare il singolo risultato piuttosto che provare a migliorarsi in maniera costante.

In conclusione, per Phil Ivey molti giocatori faticano a disputare la “sessione perfetta” perché non hanno un timing corretto per bluffare, soprattutto in modalità No Limit: il dieci volte braccialettato  spiega che solo con una corretta pianificazione del gioco anche nei bluff si può rasentare la perfezione.

httpv://www.youtube.com/watch?v=1XTDyOhy9f4

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari