Tuesday, Feb. 7, 2023

Storie

Scritto da:

|

il 11 Set 2014

|

 

Il futuro dei regular – Antonio Smeraglia apre un locale alle Canarie: “Non so se avrò sempre voglia di giocare”

Il futuro dei regular – Antonio Smeraglia apre un locale alle Canarie: “Non so se avrò sempre voglia di giocare”

Area

Vuoi approfondire?

Che il dubbio riguardi il fare sempre soldi col ‘giochino’, o la propria voglia di restare a cliccare ogni sera per anni e anni, c’è qualche pokerista che pensando al futuro si tutela.

Investire parte del bankroll non è affatto una cattiva idea in prospettiva futura, ed è quello che ha pensato di fare uno dei regular mtt ‘punto it’ più continui degli ultimi tempi, Antonio Smeraglia.

Domani ‘Aitnoon’ aprirà infatti un locale a Las Palmas, nelle isole Canarie, luogo di cui il giocatore napoletano si è letteralmente innamorato, tanto da farne la sua seconda casa, specialmente nei periodi di riposo dalle fatiche del grinding.

“Divertimenti a parte – spiega Antonioquando ho conosciuto questa zona è stato amore a prima vista: clima quasi estivo tutto l’anno, mare, costo della vita basso, belle ragazze. Con alcuni amici, quindi, ho pensato di aprire qualcosa qui. Non è una idea nata all’improvviso, intendiamoci, ne parlavamo già da un po’. Mi ritengo fortunato perché alcuni di questi amici sono esperti nella ristorazione. Perciò, sapendo di potermi fidare ciecamente di loro, li ho lasciati lavorare, dato che sono abbastanza incompetente in materia…”.

vita1

Dietro a questa scelta, comunque, c’è un pensiero razionale e condivisibile: la ricerca di una sicurezza extra-poker.

“Credo che noi pokeristi, un po’ come fanno i calciatori, dovremmo cercare di investire una parte del bankroll in qualcosa che non sia connesso al gioco, perché lo trovo un modo per costruirci un futuro qualora un domani non avessimo più voglia di giocare. In generale, poi, ritengo sia abbastanza inutile tenere i soldi fermi in banca: non vedo perché dovrei avere, ad esempio, 100.000€ bloccati sul conto corrente quando ne posso serenamente investire 15.000€/20.000€ per un bel progetto come quello di ‘Vita’…”.

Smeraglia, comunque, almeno per adesso non ha intenzione di trasferirsi definitivamente alle Canarie. Il motivo è strettamente legato al poker.

“Da Las Palmas sarei costretto a giocare sul .es, dove il field è si più soft rispetto al nostro, ma il palinsesto mtt non mi permetterebbe di grindare un numero sufficiente di tornei con un average buy-in adeguato. L’idea di passare al ‘dot com’ c’è, ma devo valutare bene dove eventualmente trasferirmi. Non se ne parlerà prima del 2015…”.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

vita2

Tranquilli, non vedremo il simpatico Smeraglia ‘appendere tastiera e mouse al chiodo’ per mettersi a cucinare, prendere ordinazioni o fare cocktail. Però almeno il nome del locale lo ha scelto lui.

“Ho optato per ‘Vita’, perché così mi chiama una ragazza alla quale tengo particolarmente. Il locale sarà un ristorante/lounge bar, si trova a Las Palmas in un’ottima posizione, né troppo lontano dal centro né dal mare. Faremo di tutto, dalle colazioni alle cene e, specialmente nei weekend, resteremo aperti fino a notte inoltrata. La cucina sarà mediterranea, con quella italiana che, ovviamente, la farà da padrone”.

Antonio non dovrà attendere troppo per vedere la sua ‘assicurazione sul futuro’ diventare realtà. L’inaugurazione è infatti prevista per domani sera:

“Speriamo vada tutto bene, un po’ d’emozione inizia effettivamente a farsi sentire…”.

 

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari