Wednesday, Oct. 16, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 13 Ott 2014

|

 

Connor Drinan e la madre delle bad-beat al Big One for One Drop: “Altre mani mi hanno sconvolto di più!”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Connor Drinan e la madre delle bad-beat al Big One for One Drop: “Altre mani mi hanno sconvolto di più!”

Area

Vuoi approfondire?

Tanto rumore per nulla. Beh, a dirla tutta non è proprio così.

Ma quella mano incredibile che condannò all’eliminazione dal Big One for One Drop Connor Drinan, esperto grinder online sicuramente avvezzo a bad beat clamorose, sembra aver sconvolto più il pubblico che lui stesso.

Se non la ricordate vi rinfreschiamo subito la memoria. In uno scontro ‘obbligato’ preflop, dopo una serie di raise e re-raise, Drinan si trova allo showdown con coppia di Assi.

Il suo avversario Cary Katz ha la stessa mano, ma quattro cuori sul board, di cui due tra turn e river, permettono al businessman statunitense di chiudere un pazzesco colore.

AA

E’ passato qualche mese e Connor, archiviata mentalmente quella bad beat ormai lontana, sta giocando tranquillamente le WSOP in Australia, da dove, a Pokerlistings, durante una pausa ha lasciato un commento sulla clamorosa badbeat:

“C’è stata un po’ di agitazione nella comunità pokeristica nei giorni immediatamente successivi, dopo tutto è scemato. Pensavo fosse finita. Poi è stata trasmessa la mano su ESPN e la cosa è esplosa nuovamente”.

Pare, insomma, che molte persone ancora non si diano pace per quella bad beat, mentre il diretto interessato dorme sonni tranquilli.

Dopotutto il buy-in di un milione di dollari del torneo era arrivato con un ticket dopo aver vinto un satellite da ‘appena’ 25,000 dollari.

“Sul momento non mi sentivo così dispiaciuto. Sono stato sì sfortunato, ma ho fatto tutto quello che avrei dovuto fare in quella situazione. Sulla carta è stato il peggior colpo subito in carriera, ma senza dubbio ci sono state altre mani che mi hanno sconvolto molto di più. Piuttosto mi sono sentito fortunato perché ho avuto la possibilità di partecipare a quel torneo…”

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari