Monday, Sep. 26, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 9 Giu 2015

|

 

WSOP – Brian Hastings scommette su se stesso: “Accetto qualunque avversario, sarò sempre al suo livello se non meglio!”

WSOP – Brian Hastings scommette su se stesso: “Accetto qualunque avversario, sarò sempre al suo livello se non meglio!”

Area

Vuoi approfondire?

“Il professional poker player è un imprenditore di se stesso”, una delle frasi più azzeccate per descrivere bene la figura del poker pro.

A quanto pare Brian Hastings l’ha presa molto seriamente e ha deciso di… quotarsi in borsa!

Infatti quest’anno, nel quale Phil Ivey non si è ancora manifestato inondando il Rio di prop-bet, Hastings ha preso la palla al balzo ed ha deciso di scommettere su di sé:

Con questo tweet Hastings ha proposto a chiunque una scommessa alla pari su chi farà i risultati migliori nel corso di queste World Series Of Poker, prendendo come metro di misura la formula per il calcolo dei punti del 25K Fantasy.

Il 25K Fantasy è un esclusivo fanta-poker, da $25.000 di iscrizione, in cui ogni partecipante compone una squadra di 8 player che in base ai risultati WSOP guadagneranno un certo ammontare di punti. Le tre squadre che al termine delle World Series avranno accumulato più punti vinceranno la loro fetta di montepremi.

Pur avendo ottenuto molti più risultati nel cash game che nei tornei, Brian si dichiara molto confident in queste side-bet, dichiarando di avere edge su qualsiasi scommessa, o al limite giocarla alla pari, dato che in questi giorni sta giocando costantemente il suo A-game e che i suoi avversari non avranno vita facile ad affrontarlo.

In pratica chi vuole scommettere alla pari contro Brian non dovrà far altro che comunicargli il giocatore in lista Fantasy WSOP su cui vuole puntare (oltre all’importo va da sè): se questo avrà una performance migliore di Hastings nel corso delle World Series, lo scommettitore riceverà la cifra pattuito; se invece Brian gli sarà avanti, sarà lui a incassare la scommessa.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Hastings aggiunge che la chiave della sua scommessa è fondamentalmente un errore di lettura da parte dei suoi avversari: “Il punto di questa bet è che sto puntando su un mio livello di skill che gli altri non pensano che io abbia. Non voglio mancare di rispetto a nessuno, ci sono grandi giocatori nella lista, ma penso di essere al loro livello se non addirittura meglio”

Ok, i suoi avversari forse non avranno vita facile, ma vedendo qualcuno dei nomi che Brian dovrà affrontare in questa sfida, non viene da pensare che Hastings avrà invece la strada in discesa: David “Doc” Sands, Dan Smith, Jason Mercier, Pratyush Buddiga, Jason Mo, Calvin AndersonGeorge Danzer giusto per dirne qualcuno.

Le cose si sono fatte più dure a causa dell’evento #10: Pot Limit Hold’Em dal quale Hastings è uscito prima dei premi, e che ha portato un buon vantaggio a due avversari nella scommessa: Paul Volpe e Jason Koon.

Ciò nonostante Brian non perde l’iniziale ottimismo, che confessa nascere da un periodo veramente meraviglioso della sua vita: una splendida ragazza al suo fianco da cinque mesi, un ottimo periodo pokeristico e grandi risultati anche nei Daily Fantasy Sports, che hanno regalato degli inaspettati introiti non da poco e una buona dose di positività.

Per chiudere in bellezza questi auto-investimenti, Hastings ha anche scommesso sulla possibilità di vincere un braccialetto: “Sono quotato 3,3:1… penso di essere ben che favorito con questa quota!” ha detto sorridendo.

Come vedete questa assoluta fiducia in sé stesso da parte di Hastings? Puntereste su di lui o su qualcun altro? Ditecelo sulla nostra Fanpage WSOP!

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari