Sunday, May. 29, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 10 Feb 2014

|

 

Ivey trionfa all’Aussie Millions: è suo il Challenge da 250.000A$ di buy-in

Ivey trionfa all’Aussie Millions: è suo il Challenge da 250.000A$ di buy-in

Area

46 ingressi (31 iscritti + 15 rebuy), 250.000A$ di buy-in, 6 premi, un solo vincitore. Un solo re.

Phil Ivey zittisce ogni scettico (davvero ne esistono?) e trionfa nel LK Boutique challenge, torneo d’elite che gli vale ben 4.000.000 di dollari australiani.

Il successo di Ivey, che s’impone su un field immaginifico, avrà dunque sicuramente fatto drizzare le orecchie a Dan Bilzerian che pochi mesi fa dichiarava candidamente come il nove volte braccialettato fosse andato rotto e non avesse più modo di giocare certi eventi…

La replica di Phil arrivò immediata, ma si sa: contano i fatti, non le parole. E questa ennesima vittoria dimostra ancora una volta quanto la storia di Ivey stia tutt’altro che tramontando. Per Ivey si tratta tra l’altro di una sorta di back to back: esattamente due anni fa, il campione di Riverside vinceva lo stesso torneo assicurandosi allora “solamente” la metà di quanto vinto in questa edizione 2014 del Challenge.

Come detto, un buy-in così rilevante restringeva il campo dei partecipanti a pochissimi privilegiati. L’appello al final table era veramente da brividi: Isaac Haxton, Mike McDonald, Daniel Negreanu, Tom Dwan, Fabian Quoss, Max Altergott ed Erik Seidel.

Dopo l’eliminazione dell’austriaco Altergott, era proprio il secondo classificato nella all time money list, Erik Seidel, a chiudere come uomo bolla di questo High Roller: i suoi J – J sbattevano irrimediabilmente contro i K – K di Fabian Quoss.

Il sesto posto andava dunque al fenomeno di Edison, Tom “durrrr” Dwan, che doveva arrendersi in coin flip: 8 – 8 per lui contro K – J di Haxton che chiudeva doppia coppia sul board.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Quinto posto per il vincitore del super High Roller PCA, Fabian Quoss, costretto a salutare il torneo con la stessa mano di “durrrr”: la sua coppia di 8 viene chiamata da K – Q di Ivey che centra un K sul river e costringe il tedesco all’eliminazione.

Era poi la volta del milgior giocatore dell’ultimo decennio, Daniel Negreanu, che vedeva il suo A – 2 dominato dall’ A – K di Ivey. Nessuna sorpresa sul board e il campione canadese ci lasciava in quarta piazza.

Al terzo posto si arrendeva lo stratosferico Mike McDonald, recentemente secondo classificato alla PCA, che andava all-in con dei suited connectors 8x impotenti dinanzi all’A – K di Haxton.

L’epilogo era dunque inevitabile: dopo qualche piatto rubato di “braccio”, Ivey limpa da bottone con A – 6, Haxton shova con 7 – 8 e Ivey chiama. Board liscio. Ivey campione. E il re torna sul trono.

payout

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari