Wednesday, Oct. 21, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 16 Lug 2015

|

 

Max Steinberg ci riprova al Main WSOP: nel 2013 eliminò Ivey e fu chipleader per due giornate consecutive

Max Steinberg ci riprova al Main WSOP: nel 2013 eliminò Ivey e fu chipleader per due giornate consecutive

Area

Vuoi approfondire?

E’ l‘unico braccialettato dei magnifici nove che a novembre si contenderanno il braccialetto del Main Event WSOP.

Nell’estate del 2012 Max Steinberg riuscì ad assicurarsi l’evento #33 da 1.000$ buy-in e 2.497 iscritti, centrando così il suo primo – e finora unico – successo alle World Series.

Eppure il professionista americano salì agli onori delle cronache solamente l’anno seguente nel quale, proprio al main event, regalò spettacolo dall’inizio alla fine.

Partito subito a razzo, Steinberg concluse nella top 10 del count sia il day3 che il day4 del campionato del mondo.

La sua ascesa di allora viene ricordata per l’incredibile spot giocato contro Phil Ivey, che gli permise di eliminare il “Re”, portandosi massive chipleader durante il terzo giorno di giochi.

I due si scontrarono in un pot da oltre 280bb (!) con Steinberg che sfondò quota un milione di chips a blinds 1.500/3.000.

httpv://www.youtube.com/watch?v=8A5pfTB4ElA

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Steinberg rimase così per giorni sotto gli occhi delle telecamere ESPN. Il suo atteggiamento bizzarro incuriosì tanti, il suo sguardo ‘birbo’ e il sorriso ‘friendly’ lo fecero diventare un vero e proprio beniamino dei commentatori Norman Chad e Lon McEachern.

Purtroppo per loro, la cavalcata del neo November Nine s’interruppe al day5: dopo una condotta pressoché impeccabile sin lì, Steinberg perse un big pot contro Dan Owen, in uno spot alquanto articolato che analizzamo anche noi con le parole del diretto interessato.

Max non riuscì più ad alzare la testa e fu costretto a chiudere al 131° posto per poco più di 50.000$.

Oggi, a due anni di distanza, la storia è cambiata. E’ cambiata eccome.

A differenza di allora Steinberg ha giocato un Main Event perlopiù in sordina, spuntando nel count all’improvviso solamente quando più contava. L’esperienza del 2013 ha fatto il resto.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari