Wednesday, Aug. 12, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 3 Set 2015

|

 

Alec Torelli e uno snap fold d’antologia: “Talvolta serve anche l’istinto…”

Alec Torelli e uno snap fold d’antologia: “Talvolta serve anche l’istinto…”

Area

Vuoi approfondire?

E’ il suo marchio di fabbrica. Il professionista italo-americano Alec Torelli ci ha stupito ripetutamente per i suoi hero fold.

Talvolta geniali, talvolta meno. Ma Alec sa sempre dare una spiegazione logica ai suoi ragionamenti e alla lunga le sue scelte pagano eccome.

In una mano giocata qualche tempo fa, Torelli si è reso protagonista di un nuovo super fold. Questa volta, ad impressionare, è soprattutto la rapidità con cui Alec passa sul river paradossalmente più bello del mazzo.

Andiamo a ripercorrere l’action seguendo, passo dopo passo, il thinking process di Alec.

Preflop Torelli è di straddle 100$. Su apertura a 250$ di Utg+1 e due flat, Alec completa con 69.

“Ho odds davvero molto favorevoli e pur avendo una trash hand decido di completare, fiducioso nelle mie abilità post-flop…”

Il flop recita 795. Dopo il check dello small blind, Torelli decide di puntare 450$. Chiamano or e small blind.

“Decido di leadere per rendermi la vita più semplice. Qualora mi mettessi in check/call sarei in ‘balia degli eventi’ in questo modo punto per protection ed estraggo le prime informazioni utili per proseguire nel colpo. L’original raiser chiama piuttosto velocemente, potrebbe dunque avere tutte le over pair o qualche draw. Chiama anche lo small blind il che complica le cose: non tanto per il suo range percepito, che non appare strong, quanto perché ora mi ritrovo in un sandwich…”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Il 2 turn è un’ottima carta per Alec.

“Lo small blind checka nuovamente. A questo punto potrei cotinuare a bettare, ma sono convinto che or non passerebbe quasi mai over pair, che chiamerebbero anche river, e io non rappresento troppe combo. Decido dunque di checkare sperando checki dietro, pronto a rivalutare su una sua eventuale bet.”

Il river sembra un jolly: 9!

Ma a questo punto succede qualcosa di strano…

“Lo small blind inizia a pensarci a lungo e alla fine opta per un overbet a 3.000$ su 2.400$. Passo in meno di due secondi. In tanti potrebbero dire che così sono facilmente exploitabile e tutto il resto, ma in quel momento ho avuto la chiara sensazione stesse bettando per valore. Il fold è tecnicamente complesso visto che le sue combo di full sono davvero pochissime; tanti set avrebbero potuto check/raisare flop o as played check/raisare river. Inoltre blockero anche le combo di scala, ma in quel momento l’istinto mi ha suggerito di foldare. Talvolta servono anche certe intuizioni al tavolo da poker. Ovviamente se avesse checkato avrei optato per una comoda value bet convinto di farmi pagare o da or o dallo stesso small blind che a mio avviso avrebbe check/callato con ogni bluff catcher!”

Per ascoltare l’intero TP di Alec, ecco il video con la review live della mano in questione con il commentatore che dopo lo snap fold esclama: “La grafica della mano di Torelli è certamente sbagliata!”

httpv://www.youtube.com/watch?t=50&v=hKZ1y9cImBA

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari