Saturday, Oct. 23, 2021

Poker Online

Scritto da:

|

il 27 Nov 2015

|

 

Insegnare aiuta a giocare – Dmitry Zaitsev: “Coachare gli altri giocatori, coacha me stesso!”

Insegnare aiuta a giocare – Dmitry Zaitsev: “Coachare gli altri giocatori, coacha me stesso!”

Area

Il tema del coaching è quanto mai caldo negli ultimi mesi nei quali il field si è indurito continuamente soprattutto in un mercato chiuso come quello italiano.

Le scuole di poker però continuano a proliferare e tanti professionisti mettono in campo le loro conoscenze per insegnare a nuovi grinder le dinamiche migliori sia per ciò che concerne i tornei multitavolo sia per il cash game.

Una di queste scuole è 2cards college, un portale russo che può annoverare tra i suoi coach giocatori del calibro di Alexander “Assassinato” Fitzgerald e Matthew “theginger45” Hunt: uno dei capi di questa scuola è Dmitry Zaitsev, noto ai tavoli online con il nickname “Mozgolom26”.

Il segreto dell’essere un buon coach è quello di prepararsi costantemente e sicuramente il fatto di coachare può aiutare anche nel proprio gioco ai tavoli.

“Coachare gli altri giocatori, coacha me stesso. Questo naturalmente se ci si prepara adeguatamente al proprio ruolo di allenatore”.

Il giocatore russo è convinto che non si corre il rischio di free coaching con l’insegnamento ma anzi si può diventare un giocatore migliore e questo per diversi fattori:

1. UTILIZZARE I SOFTWARE

“Per essere un buon coach si devono calcolare diverse situazioni di gioco con l’aiuto dei software e riflettere sul modo di spiegare in maniera logica la propria linea di gioco.

Non è tanto per l’allenamento in sè e per le lezioni date che un giocatore che coacha può diventare un giocatore migliore, ma sicuramente il processo per arrivare a essere preparati al coachare alza il livello medio di ogni giocatore.”

2. FARE ATTENZIONE AL PROPRIO GIOCO

“Ogni allenatore anche solo per il fatto di dover dimostrare ai propri allievi il gioco che fa deve mettere un sacco di attenzione sul proprio lavoro ai tavoli.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Questo continuo lavoro finisce gioco forza per influenzare i risultati del coach ai tavoli.”

3. VEDERE ALTRI LIVELLI DI GIOCO

“Solitamente il coach è un giocatore che insegna a un player che gioca livelli più bassi rispetto al suo.

Vedere come si evolve il gioco al livello inferiore è molto importante per un giocatore perchè gli consente di tenersi al passo coi tempi e vedere anche i futuri avversari che troverà ai tavoli quando questi faranno level up.”

4. SCOPRIRE NUOVI TORNEI

“Il ruolo del coach è importante anche per le questioni non strettamente connesse al gioco ma per tutti quei problemi connessi e che possiamo riassumere come poker-related.

Una di queste è fare un’adeguata tournament schedule per quel che concerne i giocatori di tornei.”

In questo modo il giocatore/coach può scoprire nuovi tornei a buy in più bassi ma a volte più profittevoli di altri al momento giocati.

5. MIGLIORARE I RAPPORTI SOCIALI

Diventare un coach consente anche di aprire il proprio ufficio all’esterno.

Avere dei rapporti sociali con i propri coachati permette al giocatore di instaurare delle amicizie che possono essere da sbocco molte volte per momenti di tilt quando il gioco ai tavoli non va come previsto.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari