Sunday, Nov. 28, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 3 Mar 2016

|

 

Las Vegas non è solo WSOP: nel 2016 florido il cash game invernale

Las Vegas non è solo WSOP: nel 2016 florido il cash game invernale

Area

Las Vegas è la capitale del gioco ma per quanto riguarda il poker soprattutto negli ultimi anni il suo nome è sempre più legato a stretto giro con le World Series of Poker.

L’azione infatti ai tavoli di cash game si è per lo più spostata fuori dagli Stati Uniti d’America anche in seguito al Black Friday che ha fatto emigrare parecchi giocatori lontano dalla Strip.

Nel 2016 però i numeri del poker a Vegas sono incoraggianti e sono ritornati sui livelli del 2012 con quasi 150 tavoli di cash game aperti nei diversi casinò della città durante il weekend.

Ovviamente l’action durante la settimana è meno frenetica ma si possono comunque giocare tavoli di Texas Hold’em, Omaha, Stud, Omaha 8 or better a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Lungo la strip ci sono i casinò più importanti che nelle loro poker room comprendono il maggior numero di tavoli.

Vediamo insieme quali sono i casinò maggiormente frequentati.

Bellagio

Al Bellagio si possono trovare ogni limite di gioco di di no limit hold’em e c’è pane per i denti anche per i giocatori delle varianti visto che ci sono tavoli di stakes medi di Stud, Omaha Hi-Lo e mixed games.

Aria

L’Aria è ormai diventata la seconda casa da gioco più importante dopo il Bellagio. A fine 2015 è cresciuta sempre più e attualmente nei weekend si possono trovare 20 tavoli di No Limit Hold’em nei vari livelli dall’1-3 al 5-10 per lo più.

Molto radicato anche il Pot Limit Omaha con tavoli 1-3 e 2-5 e disponibilità anche di tavoli high stakes con ricchi imprenditori a battagliare con i regular più forti della Stip.

Venetian

Per il Ventian l’inverno 2016 non è stato sicuramente un anno positivo con un calo del 30% rispetto ai numeri degli anni passati.

Questo è probabilmente dovuto a un aumento del cap della rake e alcune situazioni logistiche che non hanno sicuramente soddisfatto vari regular e anche alcuni giocatori occasionali.

Wynn

Il Wynn è la casa del no Limit Hold’em per quanto riguarda i medium stakes, ossia i limiti 2-5 e 5-10.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Alcuni addetti ai lavori pensano che il Wynn con un ampliamento della propria offerta ai limiti più bassi potrebbe tranquillamente superare il Venetian e salire nella top 3 dei casinò di Las Vegas per ciò che concerne il cash game.

Caesars Palace

Il 2015 è stato un anno molto positivo per il Caesars Palace e anche il 2016 è iniziato molto bene. Il Caesar’s è divenuto la casa del gioco ai limiti più bassi con quasi 10 tavoli aperti di 1-2 sempre aperti e qualche tavolo dei livelli superiori.

L’action è quindi sempre garantita e questo fa sì che lo splendore del casinò romano sia sempre più alta.

MGM Grand

Gli altri casinò della Strip hanno tavoli solo ai limiti più bassi durante l’inverno e tra questi sicuramente il migliore è l’MGM Grand, che ha preferito abbandonare quasi sempre l’apertura di tavoli a stakes più alti per concentrare la propria offerta nei tavoli 1-2.

Bally’s

L’unico casinò oltre a quelli citati che garantisce la presenza di un tavolo di No Limit Hold’em 2-5 è il Bally’s. E’ un casinò però che garantisce poco altro ed è destinato a coloro ai quali non piace l’atmosfera degli altri casinò come Bellagio e Aria.

Gli altri casinò hanno sempre tavoli di Cash game chi più chi meno ma solamente ai limiti più bassi. Possono diventare interessanti vista l’action piena di turisti il Flamingo, il Planet Hollywood, il Mirage e persino l’Excalibur e il MonteCarlo.

Fuori dalla Strip rimangono comunque alcuni interessanti casinò, primo tra tutti l’Orleans che contende all’Aria il titolo di seconda migliore poker room di Las Vegas.

All’Orleans possiamo spesso trovare tavoli di Omaha Hi-Lo e tavoli di Texas Hold’em sia nella versione Fixed Limit sia nella versione No Limit.

Altro casinò fuori dalla strip in auge è il Red Rock, mentre South Point e Golden Nugget raccolgono le briciole con tavoli ai limiti più bassi.

Caso a parte è il Binion’s che è sull’orlo del fallimento.

In sostanza seppure Gennaio e Febbraio siano stati due mesi ricchi di turismo, il cash game a Las Vegas non muore in nessun periodo dell’anno e l’offerta è sempre vasta e interessante per qualsiasi limite di gioco il vostro bankroll vi consenta di affrontare.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari