Tuesday, Jun. 25, 2024

Storie

Scritto da:

|

il 30 Mar 2016

|

 

Martin Jacobson rivela: “Mai avuti 10 milioni in banca, il 50% del Main Event WSOP lo avevo swappato”

Martin Jacobson rivela: “Mai avuti 10 milioni in banca, il 50% del Main Event WSOP lo avevo swappato”

Area

Vuoi approfondire?

In questi giorni ha fatto parlare di sé, magari involontariamente.

Martin Jacobson non è il tipo a cui piace apparire troppo, però la sua ‘sparata’ riguardo la presunta lentezza degli mtt online ha risvegliato i suoi colleghi grinder, i quali, non avendo vinto 10 milioni di dollari alle WSOP, devono ancora massgrindare per portare a casa la pagnotta, come si suol dire.

Il campione del mondo svedese, tra l’altro, si è prestato a un interessante ‘gioco’ di pokervip.com, ovvero per 72 ore ogni utente del forum avrebbe potuto domandargli qualsiasi cosa e lui, pazientemente, avrebbe risposto a tutti e… a tutto.

Non una cosa leggerissima, perché di domande ne sono arrivate tantissime e di ogni tipo. Non solo strettamente poker related.

jaco

Sono venute fuori, ed era prevedibile, molte cose interessanti riguardanti il 29enne professionista, svedese ma con residenza a Londra.

Innanzitutto ha spiegato che gran parte della sua preparazione pokeristica deriva da ‘Run It Once’, sito su cui passa del tempo per guardare i video. Poi, come molti altri, è riuscito a migliorare confrontandosi costantemente con colleghi/amici.

Per quanto riguarda la tenuta al tavolo, ha dichiarato di curare il sonno, di alimentarsi bene, di meditare, di fare esercizio fisico, stretching e aiutarsi a livello mentale con CILTEP, una sorta di integratore che migliorerebbe la sua concentrazione quando è impegnato live e online.

Qualcuno, poi, gli ha chiesto come ci si sente con 10 milioni di dollari in più sul conto bancario. Domanda sì banale, ma che stuzzica la curiosità dei più.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

E’ la risposta che ha sorpreso: “Non ho mai provato tale sensazione, ho infatti dovuto pagare tutti quelli che avevano quota”.

Per sé ha tenuto il 50%, il resto – come si usa fare tra pro – lo ha swappato. Ha inoltre versato 250.000$ a REG, l’organizzazione benefica gestita da Liv Boeree, Igor Kurganov e altri professionisti.

La sua vita non è cambiata troppo dal titolo mondiale 2014, seppur abbia speso parte della vincita per comprare una casa in Gran Bretagna, nazione che ha di fatto scelto definitivamente. Ha investito soldi anche in fondi, in start up di amici e ne ha tenuti a sufficienza per gli eventi live.

Non ha acquistato nessuna macchina, infatti Martin non ha la patente.

Per chi  non lo sapesse, Jacobson ha iniziato la sua carriera online con in sit’n’go e dopo si è fatto strada con i tornei ‘Step’ di PokerStars, grazie ai quali ha ottenuto il ticket (correva l’anno 2008) per il suo primo Main Event WSOP in carriera, durato sole 3 mani.

Lo Step 6 lo ha ripetuto due volte: la prima chiuse al 2° posto ed ebbe la possibilità, quindi, di riprovarlo nuovamente.

Se avete qualcosa da chiedergli, comunque, avete ancora possibilità di farlo fino alle 23.59 di oggi…

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari