Sunday, May. 26, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 25 Lug 2016

|

 

IPT in versione Knockout: il punto di vista di chi ha vinto la Picca

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

IPT in versione Knockout: il punto di vista di chi ha vinto la Picca

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

C’è una grossa novità in programma nel panorama dei tornei live italiani! Italian Poker Tour, il circuito live di PokerStars, ha infatti deciso di cambiare formato per l’appuntamento del mese di agosto, l’IPT Saint Vincent che si terrà dal 4 all’8 agosto.

La formula scelta è quella di un inedito torneo Knockout dal buy-in invariato rispetto ai precedenti IPT. 1.100 € la somma per iscriversi, che saranno ripartiti nel seguente modo: 500 € nel montepremi, 500 € nel bounty, altrimenti detto “taglia”, e 100 € di fee. Eliminando un giocatore, quindi, si riceverà istantaneamente un controvalore di 500 €.  Sarà possibile effettuare fino a un massimo di quattro entries, iscrivendosi fino a due volte nel day 1A e due volte nel day 1B, e il garantito complessivo (montepremi + bounty) sarà di 300.000 €.

ipt-ko-agosto

Il formato Knockout non è una novità, specialmente per i torneisti online che possono giocare eventi di questo tipo ogni giorno: di certo però rappresenterà un grosso cambiamento nelle dinamiche di gioco che – visto il premio per l’eliminazione di un avversario – diventeranno senz’altro più aggressive anche e soprattutto in zona “bolla”.

Questo cambiamento come verrà recepito dai poker player che frequentano il circuito IPT? Per farci un’idea abbiamo domandato a quattro giocatori che non solo hanno partecipato a numerosi tornei del circuito, ma possono vantare un titolo IPT ciascuno, una “Picca” nel proprio palmarès personale.

Ecco il parere di Eros Nastasi, Antonio Bernaudo, Walter Treccarichi e Federico Piroddi!

Eros Nastasi

Mi piace tantissimo l’idea di un IPT in formato bounty. Penso sia l’intuizione giusta per ricompattare un movimento e credo possano riuscirci nuovamente. Pagano Events lavora nel settore da anni e tutto il loro gestionale ha sempre fatto bene, credo che anche stavolta ci sia possibilità di farlo. Io, personalmente, parteciperò di sicuro a questo IPT!

Antonio Bernaudo

E’ davvero una gran bella formula: servono nuove idee per riavvicinare l’Italia del poker a quello che era il torneo major italiano. Purtroppo non parteciperò a questa tappa per impegni personali al di fuori del poker, ma se non avessi avuto questo tipo di impegni avrei partecipato sicuramente!

Walter Treccarichi

Sicuramente una cosa nuova e divertente, che potrebbe attirare molto interesse verso nuovi giocatori! Sicuramente questa novità cambierà molto le dinamiche del torneo, soprattutto in early stage dove comunque riuscire a vincere dei bounty sposta molto in termini monetari essendo molto lontani dalla zona in the money. Al momento io “me la sto ragionando”, non sono ancora sicuro se partecipare o meno. Sarei in vacanza… ma credo che alla fine cederò!


Federico Piroddi

La formula knockout è senza dubbio molto interessante, ma credo che per un torneo come l’IPT la formula migliore sia sempre il classico freezeout. Però io ho un debole per i tornei knockout… staremo a vedere, per ora non mi sbilancio!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari