Tuesday, Jun. 25, 2024

Poker Online

Scritto da:

|

il 30 Ago 2016

|

 

Forbes paragona gli esports al poker: “Grazie a internet i giocatori possono comunicare tra loro”

Forbes paragona gli esports al poker: “Grazie a internet i giocatori possono comunicare tra loro”

Area

La famosa rivista Forbes da oltre un secolo si occupa di economia e finanza.

Negli ultimi tempi si è interessata, tra le altre cose, anche al mondo degli esports. Questo ci deve far capire quanto successo abbiano attualmente i videogiochi a livello competitivo!

Lo scrittore Darren Heitner di Forbes già il mese scorso aveva dedicato un articolo agli esports e in particolare alle scommesse fatte in questo settore.

Secondo i suoi dati, il 2016 si chiuderà con circa 590 milioni di dollari spesi in scommesse sugli esports. Sono cifre molto importanti che fanno sperare in un’ulteriore crescita futura.

Con quale altra industria può essere paragonata quella degli Esports? Ovviamente con quella del poker online, che ha molti punti in comune. Lo spiega Heitner in un nuovo e dettagliato articolo.

Il settore degli Esports nell’anno in corso sta registrando una crescita pazzesca del 43%. Il 40% dei giocatori arriva dalla Cina e rappresenta nettamente la fetta più grossa degli appassionati.

La ESPN, dopo aver dedicato tanto spazio al poker live, ora ha scoperto anche gli Esports e questo è una delle tante similitudini tra i due settori.

Forbes fa un paragone anche tra i personaggi illustri degli Esports e del poker: “I campioni dei videogiochi per ora non sono ancora molto conosciuti a livello mondiale, fuori dal loro campo.

Leggende come Doyle Brunson invece hanno ormai raggiunto una certa fama“. Prima o poi emergerà il ‘Brunson dei videogiochi’?

Heitner sostiene che gli esports abbiano un vantaggio importante rispetto al poker: “Hanno la capacità di raggiungere grandi masse di persone in ogni parte del mondo.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

L’industria degli esports si è sviluppata in un periodo dove internet è accessibile a molti con alta velocità. Piattaforme come Twitch consentono a tutti di partecipare alle competizioni.

I nuovi media consentono ai giocatori di comunicare tra loro, una cosa in più rispetto alla classica TV che mostrava le partite di poker e basta“.

Sia negli esports che nel poker vanno molto di moda ora le scommesse.  Il poker resta comunque il settore più importante, ma gli esports presto lo insidieranno, copiando molti aspetti del poker.

Nel frattempo un piccolo ma significativo sorpasso c’è già stato! Parliamo dei premi in denaro delle più importanti competizioni online.

Le somme milionarie vinte negli ultimi due anni dai campioni di videogiochi sono uguali o superiori a quelle distribuite da PokerStars nei suoi tornei online più ricchi!

Nel 2015 il vincitore del WCOOP di PS ha incassato 1.300.000$ mentre il team Evil Geniuses (composto da cinque gamer) ha shippato nel Nord America una somma di 6.600.000$!

Per la prima volta i videogamer hanno preso singolarmente un premio maggiore rispetto ai pokeristi vincitori del WCOOP.

Del resto tutto le competizioni di videogiochi si svolgono online, con un pubblico reale magari, ma sempre grazie a dei pc e alla connessione internet.

Il poker invece poi si sposta anche ai tavoli verdi dal vivo e lì come sappiamo le cifre si possono fare più interessanti… Basti pensare al Main Event delle WSOP!

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari