Wednesday, Oct. 16, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 14 Feb 2017

|

 

Negreanu sulla size di apertura preflop: “Potete aumentarla o diminuirla quando siete corti”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Negreanu sulla size di apertura preflop: “Potete aumentarla o diminuirla quando siete corti”

Area

Vuoi approfondire?

Sta regalando del materiale interessante Daniel Negreanu su YouTube.

Il player più vincente della storia dei tornei live ha deciso da poco di concentrarsi sul suo canale e di sfornare video utili soprattutto per i principianti.

Vorrà fare concorrenza a Doug Polk, Alec Torelli e tutti gli altri youtuber della rete? Lasciamo a voi giudicare, proponendovi un filmato esemplificativo postato in queste ore da Negreanu.

In questo video si parla in particolare della size dei raise preflop. Ecco come introduce il suo discorso Negreanu dall’alto della su esperienza:

Se avete già imparato quali sono le mani buone del poker, il prossimo step è capire quanto bisogna puntare o rilanciare con queste mani.

Tempo fa la size di apertura preflop poteva variare tra le 3, 4 o 5 volte il grande buio. Negli ultimi anni invece la size si è abbassata a 2,5 bui o addirittura 2 bui.

Se sei un principiante, ti consiglio di non fare raise troppo piccoli. Se non sei a tuo agio con il gioco post-flop, dovresti evitare puntate piccole.

Costringi i tuoi avversari a pagare per difendere il loro grande buio. La parte più complicata del poker viene dopo il flop, ricordatelo.

Se fai un mini-raise preflop, qualcuno potrebbe approfittare della tua scarsa esperienza, chiamando per exploitarti dopo il flop“.

Negreanu ricorda poi una regola d’oro: “Quando decidete una size di apertura, mantenetela per il resto della partita“.

Ci sono però delle eccezioni importanti: “Se il big blind è un giocatore che chiama molto e ama vedere i flop, potete aumentare con lui la size di apertura.

Potete mettere per esempio 4,5 volte il bb. Questo perché certi giocatori proprio non resistono alla tentazione di difendere il buio, con mani che folderebbero dalle altre posizioni“.

C’è un altro caso in cui si può modificare la size secondo Negreanu: “Quando vi ritrovate short, potete aumentare o diminuire la size di apertura.

Aumentandola potete andare in cerca più facilmente di un raddoppio; diminuendola invece potete rischiare una percentuale minore del vostro stack in un colpo.

Non è mai corretto mettere il 45% del vostro stack per poi foldare. Potete mettere il 10% o 15% o forse anche il 20% per poi foldare. Se invece puntate il 30% o 40% del tuo stack, dovete andare in all-in in quella mano“.

Negreanu fa un esempio: “Supponiamo di spillare A-J da SB con venti bui. Il bottone apre. Potremmo 3bettare 5 o 6 bui ma sarebbe stupido. Meglio pushare inducendo magari l’avversario al fold“.

In conclusione, Negreanu non è affatto contrario alle size di apertura differenziate, se fatte con uno scopo preciso. Ricordatevi, quando siete corti, di andare all-in se state investendo troppe chips del vostro stack.

Altrimenti fate puntate piccole su tutte le strade, se non volete committarvi e giocarvi tutto nello spot in cui siete impegnati.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari