Wednesday, Oct. 16, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 11 Mag 2017

|

 

Fa discutere la nuova regola sul clock alle WSOP. Sentiamo i pareri degli azzurri

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Fa discutere la nuova regola sul clock alle WSOP. Sentiamo i pareri degli azzurri

Area

Vuoi approfondire?

Ad una ventina di giorni dall’inizio delle WSOP 2017 si apre il dibattito sulla nuova regola relativa al clock.

Nei forum stranieri si discute parecchio in questi giorni sulla drastica presa di posizione dello staff del Rio contro lo stalling.

Non è stato introdotto lo Shot clock, ma i tankatori devono preoccuparsi e cambiare le loro abitudini se vogliono continuare a partecipare alle mitiche World Series di Las Vegas.

Abbiamo scoperto che anche tra i giocatori italiani i pareri sono piuttosto discordanti, sebbene tutti siano contro le lunghe tankate!

Cliccate sui nomi qui sotto per scoprire cosa hanno risposto gli azzurri interessati al nostro sondaggione riguardo alle nuove regole delle WSOP.

Diversi di loro hanno fatto notare come le nuove disposizioni potrebbero favorire personaggi noti del poker a discapito degli amatori. Staremo a vedere il mese prossimo se si verificheranno effettivamente casi spiacevoli oppure no…

 

Max Pescatori

Beh, io stimo molto ad esempio Datino come giocatore, ma al tavolo lo volevo prendere a schiaffi proprio perché pensava ad ogni mano 1 minuto vero… E gli amici lo chiamano tankino.


Il problema vero è che senza regole la gente se ne frega, quindi è giusto metterle, spero solo non sia abusata contro gli amatori.

Enrico Mosca

Buona regola, finalmente si sveltisce il gioco.


Ho sempre avuto quasi una regola personale: prendere una decisione entro 15 secondi al massimo. Se dovessi vedere perdite di tempo eccessive alle prossime WSOP sicuramente sfrutterò la nuova regola.

Cristiano Guerra

Avevo già dato una letta alle nuove regole e in realtà sono piuttosto d’accordo. Capita troppo spesso che durante i tornei ci siano situazioni in cui i giocatori si prendono troppo tempo per decisioni piuttosto semplici. A volte questo stalling viene fatto anche per avvicinarsi alla zona dei premi o ai final table. Credo che questa nuova politica, se applicata in maniera intelligente, non possa che migliorare ed evitare situazioni ridicole che fin troppo spesso si presentano ai tavoli da gioco.


Comunque nel frattempo io devo ancora capire se riuscirò ad andare questa estate alle WSOP oppure no!

Daniele Mazzia

Fosse per me lascerei ancora meno tempo … Ormai non gioco praticamente più tornei (ne avrò fatti 7/8 in un anno) ma la cosa che mi infastidiva di più onestamente era proprio il pensarci infinito su tutte le strade da parte di alcuni giocatori.


E vale pure per le partite di cash game! Mi sono trovato più volte in situazioni tipo raise 30 al 5-10 e tank infinito di oppo top player che inizia a scrutarti 3 minuti per poi fare call…


Questa estrema lentezza del gioco porta secondo me all’allontanamento di molti giocatori occasionali, che vengono al tavolo per divertirsi e fare action ma si trovano invischiati in queste dinamiche.

Luca Stevanato

Non sapevo di questa novità, ho letto ora.Ci sono i pro e i contro… A me non dispiace velocizzare un po’ il gioco live… però questa formula sinceramente mi sembra sia un po’ penalizzante in generale per il player e di difficile interpretazione anche per lo stesso floorman.

Si potrebbe rischiare di incappare in spiacevoli situazioni… Tipo per il player un po’ più conosciuto a livello WSOP si tende a chiudere un occhio, non so.


Molto sta comunque alla discrezione dei player ai tavoli. Io personalmente credo di aver chiamato il clock due volte in vita mia, in situazioni estreme. Staremo a vedere, testerò sul campo questa novità!

Carlo Braccini

Sono favorevole a velocizzare il gioco. Trovo le nuove regole molto pertinenti.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari