Saturday, Oct. 24, 2020

Scritto da:

|

il 19 Mag 2017

|

 

Il tavolo finale SCOOP di Dario Sammartino e Rocco Palumbo mano per mano!

Il tavolo finale SCOOP di Dario Sammartino e Rocco Palumbo mano per mano!

Area

C’è mancato davvero poco.

Rocco Palumbo e Dario Sammartino ci hanno provato sul serio a prendersi l’evento SCOOP #41 8-handed da 5.200$ su PokerStars, ma alla fine ha avuto la meglio Samuel ‘€urop€an’ Vousden, per 252 mila dollari sonanti.

Quando diciamo poco intendiamo davvero per un soffio, perché all’heads-up finale il nostro Darietto s’è ritrovato a giocare con oltre 2.2 milioni contro i 300 mila gettoni scarsi dell’avversario in ben due occasioni. Poi si è inceppato qualcosa, il vento ha cambiato direzione e Sammartino ha lasciato strada al forte grinder straniero.

Ma non solo, in quanto nella fase 3-handed Rocco navigava in acque tranquille con 700.000 chip a  T 14.000, Dario guardava tutti dall’alto con oltre un milione e mezzo, mentre Voudsen attendeva il momento del giudizio con poco più di dieci big blind.

Il poker in fondo ci piace anche per questi colpi di scena e tutto sommato anche le “sconfitte”, in realtà, si rivelano dolcissime: 187 mila dollari per Sammartino e 142 mila per Palumbo sono lì a testimoniarlo. Abbiamo rivisto il tavolo finale che ha coinvolto i nostri due campioni e abbiamo estrapolato alcuni spot chiave: ecco come sono andate le cose.

Fase 4 – handed

Cominciamo dalla fase 4-handed, il vero cuore del final tinable. Allo start Rocco e Dario si trovano in cima al count e dopo le prime quattro eliminazioni comandano la scena: 1 milione a testa con gli avversari tra i dieci e i trenta big blind. Verso la fine del livello 7000/14000 ‘HealTheWorld rilancia 154K  con 29.079 dietro da BTN, passa Rocco e shove per Dario. Allo showdown A 9 per lui contro A 3 dell’avversario su 6 9 Q 4 K e l’azzurro si porta a oltre 1.2 milioni.

Fase 3 – handed

Il primo spot chiave della fase 3-handed testimonia che Voudsen sarà stato pur bravo, ma di certo la fortuna non gli ha voltato le spalle. Rimasto con 10 x spaccate va all-in da BTN, cold call per Rocco da SB e fold di Dario: A Q contro 9 A sono un bel vedere per il player genovese, non altrattando il board 9 8 10 8 10 che lo fa scendere a 580 mila chip.

 

Mentre Sammartino continua a macinare salendo a circa 1.8 milioni, è il momento del secondo showdown per Palumbo. Limp da SB di Voudsen con 16 x dietro, shove diretto per Rocco che gioca con oltre 35x, snap-call- Allo showdown A 2 per noi 9 9 per gli altri su 6 2 7 7 8. Vanno gli altri.

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

Nella mano successiva Rocco raddoppia su Sammartino Q 2 vs A 9 con una Dama al flop che lo riporta a quota 30 big blind, tuttavia l’inerzia del gioco non sembra più esser dalla sua. Prima dimezza lo stack su limpato in BVB sempre contro Voudsen su 8 K K 4 4, dove chiama  le tre barrell dell’avversario (half, half e 3/5 pot) trovandosi davanti 5 K, poi si trova nuovamente a shovare con K 5 sul blind di Sammartino che chiama con A 4. Stavolta nessuna sorpresa sul board e Palumbo chiude in 3° posizione.

Heads-up

All’heads-up si parte 1.8 milioni contro 780 mila a T 18.000, ma Dario è un martello e si porta a 2.2 milioni nel giro di poche mani. L’avversario però raddoppia i suoi 18 big blind con A 9 vs 8 A raise-callando lo shove di Sammartino: board A 6 2 J 10 e si torna al punto di partenza. Il napoletano prende nuovamente il largo per poi trovarsi a chimare i 10x rimanenti dell’avversario giocando un altro 30/70. L’avversario torna in corsa e rimette le cose in equilibrio grazie a questo spot: limp da BTN e check di Dario a T21.000. Voudsen gioca con 762K, Dario con 1.7 milioni e chiama la prima bet 2/3 pot su 5 10 4. Stesso discorso sul 2 al turn e nuovo call mentre il pot sale a 258 mila gettoni. Il 6 al river chiude un possibile draw a scala, Voudsen sceglie una bella size da 4/5 pot, Dario chiama e mucka alla vista di 7 3 dell’avversario. 

La battaglia tra i due continua senza sosta, finché verso la fine del livello T 21.000 mentre si trovano pari stack, arriva la mano decisiva. Limp da SB di Dario, isolation 70K per Vouden da BB, call. SU 8 7 4 Voudsen fa 2/3 pot (145K circa), chiama Sammartino. Il turn è un 7 che accoppia il board, nuova bet half pot e nuovo call. Al river casca un 5, Voudsen la spara a 562K su 703K totali di piatto e Dario chiama senza successo con l’avversario che gira 3 6.

Rimasto short stack, tra 10 e 15 x, Sammartino è costretto a giocare: limp con coppia di nove, shove di Voudsen con Q J e snap-call. Il board recita J 4 6 4 K e Dario deve accontentarsi di chiudere in seconda posizione.

 

Lasciateci i vostri commenti sulla nostra Fanpage!

 

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari